PROVVEDIMENTI REGIONALI – BANDI

“BENTORNATO SPORT” Avviso Pubblico per il sostegno agli Enti di Promozione Sportiva, riconosciuti dal CONI, per l’attività svolta dagli stessi nell’esercizio della pratica sportiva.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/10/BANDO-LAZIO-CONTEMPORANEO-2022-1.pdf

SCADENZA: 18 NOVEMBRE 2022

BENEFICIARI E PROGETTI AMMISSIBILI Il presente Avviso pubblico è rivolto agli Enti di Promozione sportiva (EPS) riconosciuti dal CONI.

In particolare, possono presentare domanda esclusivamente i COMITATI REGIONALI DEGLI EPS o, in assenza di questi ultimi, la rappresentanza regionale dell’Ente di riferimento. Non saranno prese in considerazione eventuali domande presentate dalle diramazioni territoriali degli EPS (Comitati provinciali, ecc.). Ciascun ente può presentare una sola domanda.

Le risorse economiche regionali disponibili destinate al presente Avviso sono pari a euro 200.000,00 e, ai sensi dell’art. 33 della legge regionale n. 15/2002.

In particolare, il 50% delle risorse economiche pari ad euro 100.000,00 per il sostegno dell’attività ordinaria degli Enti di Promozione Sportiva (EPS), sarà attribuito in proporzione ai seguenti parametri:

1) N. ASD/SSD affiliate al Comitato regionale dell’ente;

2) N. sedi territoriali del Lazio;

3) Anno di fondazione.

Relativamente al punto 1) i dati saranno forniti formalmente dal CONI Lazio aggiornati al 31 agosto 2022. La liquidazione del contributo per l’attività ordinaria avviene a presentazione del rendiconto delle spese sostenute nel periodo dal 12 luglio 2022 al 31 marzo 2023, completo dei relativi documenti giustificativi. A tal fine sono ammissibile anche le spese sostenute dalle diramazioni territoriali. Il restante 50% del finanziamento, pari ad euro 100.000,00 a sostegno di manifestazioni sportive organizzate sul territorio regionale dagli Enti di Promozione, potrà essere al massimo del 60% delle spese ammissibili e comunque non superiore a 7.000,00 euro e, sarà attribuito, a seguito di presentazione di Un progetto di manifestazione/animazione sportiva da realizzarsi nel periodo 13 luglio 2022– 31 marzo 2023.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DI CONTRIBUTO E DELLA RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE La richiesta di contributo dovrà obbligatoriamente pervenire entro la scadenza indicata all’art. 5, tramite posta certificata al seguente indirizzo: bentornatosport.laziocrea@legalmail.it che resta il riferimento per qualsiasi comunicazione inerente il contributo. Nell’oggetto sarà indicato “Progetto BENTORNATO SPORT” Le richieste di contributo e la successiva rendicontazione, devono essere presentate utilizzando gli schemi allegati al presente Avviso.

Al via 3^ edizione ‘Scuola di Squadra’, progetto vincente della Regione

https://www.regione.lazio.it/documenti/78398

cliccando sul link soprastante si potrà scaricare il bando e la modulistica

Per i 244 Istituti presenti sul territorio del Lazio, di cui 28 a Frosinone, 25 a Latina, 8 a Rieti, 168 a Roma e 15 a Viterbo, il bando della Regione Lazio mette a disposizione 500mila euro. Ad ogni Istituto può essere erogato un contributo massimo economico pari a 2mila euro, grazie al quale potrà acquistare così diversi articoli sportivi, su cui dovrà essere riportato il logo o la denominazione dell’Istituto scolastico e in alto a sinistra il logo della Regione Lazio. Il kit sarà previsto per qualsiasi disciplina e comprenderà anche divise e completi, palloni, tappetini, coni e ostacoli.

Le domande possono essere presentate fino al 20 novembre 2022 e inviate esclusivamente tramite PEC all’indirizzo scuoladisquasra@regione.lazio.legalmail.it.

PNRR-PNC – Avviso pubblico per la presentazione e selezione di due progetti di ricerca applicata “salute – ambiente – biodiversità- clima”

https://www.pnrr.salute.gov.it/portale/pnrrsalute/dettaglioBandiPNRRSalute.jsp?lingua=italiano&id=351

Il Ministero della Salute finanzierà due nuovi progetti di ricerca applicata sui temi di salute, ambiente, biodiversità e clima compresi all’interno nel Piano complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNC).
 
Soggetti ammissibili:
 I soggetti ammessi a presentare la proposta come Capofila/proponente del progetto sono le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano.

Sono considerati ammissibili al riconoscimento del finanziamento previsto dal presente avviso, tramite il Capofila del progetto, come Unità Operative i seguenti Enti:

a) Aziende Ospedaliere, Aziende Sanitarie Locali e Aziende Ospedaliere Universitarie e altri Enti del SSN tramite le proprie Regioni;

b) gli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, pubblici e privati, (IRCCS), gli Istituti zooprofilattici sperimentali (IIZZSS), l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL) e l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS), l’Istituto Superiore di Sanità (ISS);;

c) le Università;

d) gli Enti di ricerca pubblici

e) Enti del Terzo Settore

f) Soggetti privati No Profit che rispettano la normativa europea relativa agli Aiuti di Stato.

Le proposte progettuali andranno a integrare i 13 progetti già ammessi al finanziamento e dovranno concentrarsi su due tematiche specifiche:

  • accesso universale all’acqua attraverso la gestione del rifornimento idrico e dei servizi igienico-sanitari, il rafforzamento dei servizi igienico-sanitari, l’utilizzo sostenibile dell’acqua da parte dell’uomo e il miglioramento degli habitat marini;
  • prevenzione dei rischi sanitari emergenti associati a cambiamenti ambientali, sociali ed economici potenziando l’ambito tecnologico, delle politiche energetiche, dei trasporti e della transizione ecologica.

Il budget messo a disposizione è di 932.790,90 €, in particolare 699.593,175 € saranno destinati alla prima tematica, 233.197,725 € alla seconda.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA ATTRAVERSO LA REGIONE LAZIO COME CAPOFILA/PROPONENTE DEL PROGETTO

Tutta la documentazione relativa alla domanda di ammissione al finanziamento deve essere trasmessa entro e non oltre il 12 novembre 2022 alla pec: ricercasalute@regione.lazio.legalmail.it  per il vaglio della proposta e l’esame della documentazione ai fini della sottoscrizione a cura del legale rappresentante.

SOSTEGNO PER L’ACQUISTO DI MATERIALE SCOLASTICO A FAVORE DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE SECONDARIE DEL LAZIO (ANNO SCOLASTICO 2022/2023)

Ammonta a 20 milioni di euro, a valere sul POR FSE Lazio 2014-2020 Asse II – Priorità di investimento 9.iv – Obiettivo specifico 9.3, lo stanziamento destinato dalla Regione Lazio all’erogazione di un contributo economico una tantum rivolto a genitori di figli in età scolare che frequentano la scuola secondaria di I grado e la scuola secondaria di II grado, statale e privata paritaria.

La somma forfettaria riconosciuta è pari a 150 euro per singolo figlio/a frequentante la scuola secondaria di I grado e pari a 200 euro per singolo figlio/a frequentante la scuola secondaria di II grado, non è soggetta ad imposizione fiscale e non contribuisce alla formazione del reddito, ai sensi di quanto previsto in materia di trattamento fiscale delle indennità di sostegno al reddito della Circolare INPS n. 49 del 30 marzo 2020. Tale contributo economico è finalizzato pertanto a supportare il budget di famiglie e genitori che vivono un periodo di difficoltà nell’affrontare le spese relative all’acquisto di materiale scolastico utile a migliorare la frequenza dell’anno scolastico da parte dei propri figli.

Il presente contributo economico è cumulabile con i contributi erogati dai Comuni, ai sensi dell’art. 27 della Legge 23.12.1998 n. 448, per l’anno scolastico 2022/2023, alle famiglie in possesso di un indicatore ISEE in corso di validità del nucleo familiare dello studente non superiore a € 15.493,71 euro e con altri contributi statali, regionali o locali.

Le risorse impiegate sono disponibili ad accesso continuo con finanziamento “on demand” fino all’esaurimento dei fondi.

I contributi, assegnati a valere sul presente avviso pubblico secondo le modalità di cui all’articolo 6, potranno essere richiesti dalle ore 9:30 del 7 novembre 2022, fino ad esaurimento delle risorse. A tal riguardo, sarà cura dell’Amministrazione comunicare la chiusura della procedura.

La richiesta del contributo dovrà avvenire, a differenza di quanto indicato all’articolo 6 dell’Avviso, esclusivamente sulla piattaforma informatica efamilysg.it i cui riferimenti, corredati dalle istruzioni per l’accesso alle modalità di erogazione del contributo, saranno comunicati ai cittadini interessati, sul sito della Regione Lazio e sul portale Lazio Europa, prima dell’apertura dello sportello.

Le richieste ammesse saranno approvate sulla base dell’ordine di arrivo.

Contatti: Per assistenza e supporto, anche in fase di presentazione delle proposte, è possibile scrivere a spesescolastiche2022_2023@regione.lazio.it a partire dal settimo giorno dalla pubblicazione del presente avviso.

CONTRIBUTI PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI SU AREE PUBBLICHE

Al via il bando della Regione Lazio che concede contributi per la riqualificazione delle attività commerciali su aree pubbliche (Legge Regionale 22 settembre 2019, Testo unico del commercio).

Lo stanziamento ammonta a 3,6 milioni di euro, così distribuiti: 100.000 euro per il 2022, 1,5 milioni di euro per il 2023 e 2 milioni di euro per il 2024.

Il bando è aperto ai Comuni del Lazio e i Municipi di Roma Capitale, che presentano progetti proposti dalle associazioni attraverso le più idonee forme di collaborazione.

Tali soggetti devono essere, alla data di presentazione della domanda di concessione del contributo, proprietari delle aree oggetto dell’intervento da realizzare e delle strutture da riqualificare, oppure averne la disponibilità. Sono escluse le aree e le strutture private che sono nella disponibilità degli stessi soggetti.

Il contributo massimo concedibile, per ogni singolo progetto, sarà pari a 200.000 euro. Qualora l’importo del progetto sia superiore al contributo regionale massimo concedibile la differenza sarà a totale carico del soggetto beneficiario.

Per i requisiti di ammissibilità dei progetti consultare il bando.

La richiesta di contributo deve essere presentata obbligatoriamente utilizzando il modello previsto (Allegato 2), corredata dai relativi allegati e sottoscritta dal legale rappresentante dell’Ente richiedente, presentata in formato digitale entro le ore 24:00 del 30 novembre 2022 all’indirizzo di posta elettronica certificata (PECbandomercati@regione.lazio.legalmail.it.

Gli Enti interessati possono presentare un massimo di due domande per un importo pari a 200.000 euro ad intervento, ovvero quattro nel caso di comuni con popolazione superiore a cinquantamila abitanti, indicando l’ordine di priorità delle domande stesse. In ogni caso non potrà essere finanziato più̀ di un progetto per Ente richiedente, salvo deroga per disponibilità di risorse.

Per informazioni rivolgersi a Regione Lazio – Direzione Regionale per lo Sviluppo Economico, le Attività Produttive e la Ricerca – Area Misure per lo Sviluppo Economico del Territorio, del Litorale e delle Aree Urbane.
Indirizzo PEC: 
bandomercati@regione.lazio.legalmail.it.

MISE. Casa delle tecnologie emergenti – Nuovo bando

https://www.mise.gov.it/it/incentivi/casa-delle-tecnologie-emergenti-nuovo-bando

Il Programma di supporto alle tecnologie 5G promuove centri di trasferimento tecnologico (le “Case delle tecnologie emergenti”) per coniugare le competenze scientifiche delle università e degli enti di ricerca con le esigenze delle imprese.

 Le Case delle tecnologie hanno in particolare come obiettivo:

  • supportare progetti di ricerca e sperimentazione
  • sostenere la creazione di startup
  • favorire il trasferimento tecnologico verso le piccole e medie imprese.

I temi interessati sono:

  • Blockchain e Crypto Asset
  • Internet of Things (IoT)
  • Intelligenza Artificiale
  • 6G
  • tecnologie quantistiche.

Risorse finanziarie: Gli interventi sono finanziati per un ammontare massimo di 80 milioni di euro a valere sulle somme residuali del Fondo sviluppo e coesione 2014-2020 di cui alla Delibera CIPESS n.9/2021 che approva il Piano di sviluppo e coesione del Ministero.

Chi può partecipare: Gli interventi sono rivolti ai Comuni, quali soggetti beneficiari, nei quali è presente una rete a banda ultralarga in tecnologia mobile 5G, in qualità di capofila di un partenariato composto da Università e/o Centri di ricerca italiani e imprese, PMI e/o start up costituite italiane o con una sede operativa sul territorio italiano.

·         Tale partenariato dovrà sviluppare progetti di ricerca, sperimentazione e trasferimento tecnologico all’interno della Casa delle tecnologie emergenti, finalizzati a coniugare le competenze scientifiche dell’Università e dei Centri di ricerca con le esigenze del tessuto imprenditoriale e dei settori che si ritengono strategici al fine di aumentare la competitività dei territori.

·         Non potranno partecipare alla selezione i Comuni già vincitori dei precedenti bandi di cui al Decreto 26 marzo 2019 (vedi Programma di supporto alle tecnologie emergenti 5G) .

Domanda di partecipazione: La domanda, corredata di tutti gli allegati, dovrà essere inviata tramite posta elettronica certificata all’indirizzo: dgscerp.div1@pec.mise.gov.it

Qualora la Domanda dovesse risultare di peso considerevole da non permettere l’invio tramite PEC, potrà essere inviata, in formato cartaceo oppure su supporto digitale, tramite posta o corriere, all’indirizzo:

Ministero dello Sviluppo Economico
Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali – Divisione I
Viale America 201, 00144 Roma

In alternativa, il plico potrà essere consegnato a mano presso il Ministero, Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, Radiodiffusioni e Postali, Viale America 201 – Roma, Divisione I, quinto piano, stanza A537.

La documentazione dovrà pervenire entro le ore 12:00 del 18 novembre 2022.

Eventuali richieste di informazioni e chiarimenti potranno essere formulate solo tramite posta elettronica certificata all’indirizzo dgscerp.div1@pec.mise.gov.it, fino al 27 ottobre 2022.

Le risposte verranno rese pubbliche sul sito del Ministero entro il 7 novembre 2022.

Beni strumentali – Nuova Sabatini

https://www.mise.gov.it/it/incentivi/agevolazioni-per-gli-investimenti-delle-pmi-in-beni-strumentali-nuova-sabatini

La misura Beni strumentali (“Nuova Sabatini”) è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese

L’agevolazione sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

A chi si rivolge: Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese (PMI) che alla data di presentazione della domanda:

–       sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese o nel Registro delle imprese di pesca

–       sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali

–       non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione Europea

–       non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà

–       sono residenti in un Paese estero purché provvedano all’apertura di una sede operativa in Italia entro il termine previsto per l’ultimazione dell’investimento

Settori ammessi: Sono ammessi tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, ad eccezione dei seguenti:

  • attività finanziarie e assicurative
  • attività connesse all’esportazione e per gli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione

Le agevolazioni

  • Consistono nella concessione da parte di banche e intermediari finanziari, aderenti all’Addendum alla convenzione tra il Ministero dello sviluppo economico, l’Associazione Bancaria Italiana e Cassa depositi e prestiti S.p.A., di finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese per sostenere gli investimenti previsti dalla misura, nonché di un contributo da parte del Ministero dello sviluppo economico rapportato agli interessi sui predetti finanziamenti
  • L’investimento può essere interamente coperto dal finanziamento bancario (o leasing)
  • Il finanziamento, che può essere assistito dalla garanzia del “Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese” fino all’80% dell’ammontare del finanziamento stesso, deve essere:
    • di durata non superiore a 5 anni
    • di importo compreso tra 20.000 euro e 4 milioni di euro
    • interamente utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili

Il contributo del Ministero dello sviluppo economico è un contributo il cui ammontare è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo uguale all’investimento, ad un tasso d’interesse annuo pari al:

  • 2,75% per gli investimenti ordinari
  • 3,575% per gli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti (investimenti in tecnologie cd. “industria 4.0”)

Linee guida e chiarimenti

Per maggiori chiarimenti circa le caratteristiche tecniche e la riconducibilità dei beni per i quali si intende fruire del beneficio a quelli elencati negli allegati sopra citati, si invita a prendere visione delle linee guida tecniche contenute nella parte terza della Circolare Mise – Agenzia delle Entrate del 30 marzo 2017, n. 4/E

Esclusivamente in merito alla riconducibilità dei beni fra quelli elencati negli allegati sopra citati è possibile acquisire autonomamente il parere tecnico da parte del Ministero dello Sviluppo Economico.
La richiesta di parere va trasmessa all’indirizzo di posta PEC della Direzione Generale per la politica industriale, l’innovazione e le PMI: dgpiipmi.dg@pec.mise.gov.it

MISE: Accordi innovazione: nuove risorse per le imprese

https://www.mise.gov.it/index.php/it/notizie-stampa/accordi-innovazione-250-milioni-di-nuove-risorse-per-le-imprese

E’ in programma nel mese di dicembre l’apertura del secondo sportello relativo agli Accordi per l’innovazione, con una dotazione finanziaria di ulteriori 500 milioni di euro a valere sul Fondo nazionale complementare al PNRR.

Ecobonus: dal 2 novembre i nuovi incentivi per acquisto auto non inquinanti

https://ecobonus.mise.gov.it/notizie/simple-news-folder/ecobonus-dal-2-novembre-i-nuovi-incentivi-per-acquisto-auto-non-inquinanti

Dalle 10.00 del 2 novembre 2022 si aprono sulla piattaforma Ecobonus le prenotazioni per i nuovi incentivi destinati all’acquisto di auto non inquinanti fino a 60 g/km CO2, così come stabilito dal DPCM adottato dal GovernoCon reddito inferiore a 30 mila euro incrementati i contributi fino a 7.500 euro

Le novità introdotte riguardano innanzitutto i cittadini con un reddito inferiore a 30 mila euro, che per l’acquisto di veicoli di categoria M1, elettriche e ibride plug-in, potranno beneficiare per l’anno 2022 di un incremento del 50% dei contributi finora previsti sulla base delle risorse già stanziate.
In particolare, gli incentivi saranno così rimodulati:

  • fino a un massimo di 7.500 euro di contributi con rottamazione (4.500 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;
  • fino a un massimo di 6.000 euro di contributi con rottamazione (3.000 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 45.000 euro IVA esclusa.

Inoltre, i nuovi ecobonus spetteranno anche alle persone giuridiche che svolgono attività di noleggio auto con finalità commerciali, diverse dal car sharing, purché mantengano la proprietà dei veicoli almeno per 12 mesi e secondo la seguente ripartizione dei contributi:

fino a un massimo di 2.500 euro di contributi con rottamazione (1.500 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 0-20 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 35.000 euro IVA esclusa;

fino a un massimo di 2.000 euro di contributi con rottamazione (1.000 euro senza rottamazione) per l’acquisto di nuovi veicoli con emissioni comprese nella fascia 21-60 g/km CO2 e con prezzo di listino della casa automobilistica pari o inferiore a 45.000 euro IVA esclusa.

Fondo di garanzia per le PMI

https://www.fondidigaranzia.it/wp-content/uploads/2022/10/20221007_Circolare-N.7-2022_Avvio-operativit%C3%A0-Sezione-speciale-Turismo.pdf

Avvio dell’operatività della Sezione speciale Turismo istituita ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge 6 novembre 2021, n.152, convertito dalla Legge del 29 dicembre 2021, n.233, recante “Disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose”.

La Sezione speciale  è operativa dal 10 ottobre 2022 

Si comunica che, a partire dal 10 ottobre 2022, sarà possibile presentare le richieste di garanzia al Fondo a valere sulla Sezione speciale Turismo (di seguito “Sezione speciale”) istituita ai sensi dell’articolo 2 del Decreto PNRR, finalizzata alla concessione di garanzie in favore dei soggetti beneficiari che svolgono una delle attività ricomprese nell’elenco dei codici ATECO 2007 presenti nell’allegato 1 dell’Accordo per l’adozione della politica di investimento” presente sul sito del Fondo di garanzia per le PMI al seguente indirizzo https://www.fondidigaranzia.it/le-sezioni-del-fondo/sezione-speciale-turismo/.

Le garanzie della Sezione speciale sono rilasciate, su singoli finanziamenti o su portafogli di finanziamenti finalizzati ad: – Interventi di riqualificazione energetica e innovazione digitale, nel rispetto del principio di “non inquinare significativamente”, di cui alla comunicazione alla Commissione europea 2021/C58/01; – Assicurare la continuità aziendale delle imprese del settore turistico e garantire il fabbisogno di liquidità e gli investimenti del settore stesso.

Startup e PMI innovative – Incentivi fiscali de minimis

https://www.mise.gov.it/it/impresa/competitivita-e-nuove-imprese/start-up-innovative/incentivi-de-minimis

Cos’è: L’incentivo prevede una detrazione IRPEF del 50% destinata alle persone fisiche che investono nel capitale di rischio di startup innovative o PMI innovative. Le agevolazioni sono concesse ai sensi del Regolamento “de minimis” (Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013).

Le modalità di accesso al beneficio sono disciplinate dal Decreto interministeriale 28 dicembre 2020. La misura è prevista dal Decreto Rilancio (D.L. 34/2020, art. 38, commi 7 e 8).

Come funziona: L’investimento deve essere mantenuto per almeno tre anni e può essere effettuato direttamente, o per il tramite di organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) che investano prevalentemente in startup innovative o PMI innovative.

Per investimenti effettuati in startup innovative, l’investimento agevolabile ammonta ad un massimo di 100mila euro per ciascun periodo di imposta. Per investimenti effettuati in PMI innovative, l’investimento agevolabile ammonta ad un massimo di 300mila euro per ciascun periodo di imposta (oltre tale limite, sulla parte eccedente l’investitore può detrarre il 30% in ciascun periodo d’imposta).

Ai sensi del Regolamento “de minimis”, la startup innovativa o la PMI innovativa destinataria dell’investimento non può ottenere aiuti in “de minimis” per più di 200mila euro nell’arco di tre esercizi finanziari.

Contatti

Per quesiti relativi alla piattaforma informatica:
supmin.istanzedgpiipmi@mise.gov.it

Per quesiti relativi all’incentivo:

CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA. Bando Idea innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile 2021 – IX edizione

https://www.rm.camcom.it/archivio43_bandi-altri-bandi_0_188.html

La Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con il Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile, ha emanato la IX edizione del Bando Idea innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile 2021 allo scopo di diffondere la cultura imprenditoriale femminile e favorire la crescita e lo sviluppo della realtà imprenditoriale femminile di Roma e provincia.

L’iniziativa si rivolge alle micro, piccole e medie imprese femminili operanti nel territorio di Roma e provincia che intendono realizzare un progetto imprenditoriale contraddistinto dall’originalità dell’attività svolta e/o dall’innovatività del processo produttivo, del prodotto o del servizio offerto, degli strumenti di commercializzazione o di assistenza alla clientela.

Per ciascuna delle cinque imprese femminili vincitrici, verrà erogato un contributo in denaro entro il tetto massimo di € 5.000,00.

Le domande di partecipazione possono essere inviate a partire dalle ore 14:00 del 1 ottobre 2021 ed entro le ore 14:00 del 15 novembre 2021.

 Responsabile del procedimento:Responsabile Struttura “Sviluppo del territorio e competitività delle imprese” – Dott. Emiliano Monfeli

Riferimenti operativi:Struttura “Sviluppo del territorio e competitività delle imprese”
Tel.: 06 5208 2750 Email: imprenditoria.femminile@rm.camcom.it

Albo regionale delle organizzazioni di donne impegnate nel contrasto alla violenza di genere e nel sostegno ai percorsi di uscita dalla violenza, di cui all’articolo 6 bis della legge regionale 19 marzo 2014, n. 4

https://www.regione.lazio.it/documenti/78827

Cliccando sul link soprastante si potrà estrapolare la determinazione e il fac simile di domanda

E’ stato approvato con Determinazione Dirigenziale n. G14237 del 19 ottobre 2022, l’Avviso Pubblico per l’iscrizione dell’Albo regionale delle organizzazioni di donne impegnate nel contrasto alla violenza di genere e nel sostegno ai percorsi di uscita dalla violenza.Potranno iscriversi all’Albo le associazioni di volontariato, le cooperative sociali, le associazioni di promozione sociale e gli enti con sede legale o operativa nel territorio regionale, che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei requisiti descritti nell’articolo 1 dell’Avviso.Le organizzazioni interessate all’iscrizione all’Albo ed in possesso dei requisiti richiesti, dovranno presentare la domanda e la relativa documentazione comprovante il possesso dei requisiti stessi, unicamente attraverso la compilazione e l’invio della domanda di accreditamento sulla piattaforma CUGBAN (https://cugban.regione.lazio.it/bandiavvisi) , come descritto nell’articolo 3 dell’Avviso Pubblico.

La piattaforma CUGBAN sarà operativa dalle ore 12.00 del 21 ottobre 2022.

Non sono previste scadenze per la presentazione delle domande.

Lazio Contemporaneo – Al via l’avviso pubblico 2022

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/10/BANDO-LAZIO-CONTEMPORANEO-2022.pdf

https://www.regione.lazio.it/documenti/78747

Cliccando sul link soprastante si potrà trovare l’avviso, la modulistica e le istruzioni. Vedere anche file allegato.

È stato pubblicato l’avviso “Lazio Contemporaneo 2022”, che sostiene i giovani artisti e curatori del mondo dell’arte contemporanea.

L’Avviso pubblico rappresenta un nuovo strumento a disposizione di tutti quei ragazzi e quelle ragazze che hanno talento, ma che spesso non hanno la possibilità, il modo e l’occasione di esprimerlo. La Regione Lazio offre loro un palcoscenico, materiale e virtuale, dove poter mostrare cosa sanno fare, e comunicare anche agli operatori del settore le proprie idee.

Contributo L’Avviso ha una dotazione finanziaria di 550.000 euro.

Tre le tipologie di progetti sostenute dalla Regione Lazio, con una dotazione finanziaria di 550 mila euro:

  • esposizioni e mostre monografiche o collettive dedicate a uno o più giovani artisti del Lazio aperte al pubblico sul territorio regionale. Esposizioni e mostre che devono obbligatoriamente prevedere l’ospitalità di critici, curatori o altri operatori del settore individuati da organizzazioni partner operanti nella promozione dell’arte contemporanea a livello nazionale o internazionale.  Ciascun Progetto può prevedere una sola esposizione o mostra che deve avere Costi Ammissibili non inferiori a 15.000 euro. Il contributo massimo concedibile per ciascun Intervento A è di 30.000 euro.
  • produzioni editoriali dedicate a uno o più giovani artisti del Lazio. Se cartacee, devono avere una distribuzione almeno a livello nazionale o, se digitali, devono essere in italiano e almeno in due lingue straniere. Ciascun Progetto può prevedere una sola produzione editoriale, intendendosi per tale anche una collana o similare, che deve avere Costi Ammissibili non inferiori a 5.000 euro. Il contributo massimo concedibile per ciascun Intervento B è di 20.000 euro.
  • altri interventi anche all’estero o fuori regione, finalizzati a sviluppare le ricerche e le carriere di giovani artisti o curatori del Lazio, a condizione che siano sostenuti da almeno un’altra organizzazione partner, operante nell’ambito dell’arte contemporanea a livello nazionale o internazionale. Gli Interventi C devono avere Costi Ammissibili complessivi non inferiori a 5.000 euro. Il contributo massimo concedibile per gli Interventi C è di 20.000 euro.

È possibile fare domanda dalle ore 12:00 del 26 ottobre 2022 alle ore 18:00 del 14 dicembre 2022 tramite la piattaforma GeCoWEB Plus accessibile dal sitowww.lazioinnova.it

Lazio Cinema International: parte la II edizione 2022

SI TRATTA DI UN’INFORMATIVA. I BANDO DEVE ANCORA USCIRE.

Presentazione delle domande – Il bando sarà pubblicato entro il 15 novembre, le richieste andranno inviate esclusivamente tramite piattaforma GeCoWeb Plus di Lazio Innova a partire dal 5 dicembre 2022

Le risorse – Il bando ha una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro di cui la metà riservati a Opere Audiovisive di interesse regionale. L’aiuto previsto è a fondo perduto e commisurato ai costi ammessi e sostenuti; l’importo massimo sarà di 500.000 euro e non potrà superare il 35% dei costi ammissibili.

I destinatari – PMI, Coproduttori e Produttori Indipendenti con codice ATECO 2007 59.1 iscritti al Registro delle Imprese (o equivalente registro di uno Stato Membro della UE) con residenza fiscale in Italia e una sede operativa nel Lazio con “capacità finanziaria” e operativa necessari a realizzare l’opera audiovisiva.

Le opere finanziabili – L’intervento sostiene la realizzazione di opere audiovisive internazionali con quota italiana ed estera di compartecipazione, opere in regime di coproduzione internazionale o produzione internazionale e opere audiovisive diverse da quelle cinematografiche cui è riconosciuta la nazionalità italiana.

La novità – A partire da questa edizione la procedura di selezione sarà a graduatoria; saranno finanziate le opere ammissibili ritenute idonee dalla Commissione Tecnica di Valutazione, in ordine di punteggio fino a esaurimento della dotazione e tenuto conto della riserva per le Opere di Interesse Regionale.

PUBBLICATO IL BANDO PER CANDIDARSI ALL’ALBO DEI DOCENTI E DEI TUTOR DELLA SCUOLA VOLONTE’

Cliccando sul link soprastante si potrà trovare l’avviso, la modulistica e l’intera documentazione.

I professionisti del cinema interessati a partecipare possono inviare la propria candidatura fino al 21 novembre 2022.

È stato pubblicato il Bando per professionisti del cinema che intendono candidarsi all’Albo dei docenti e dei tutor della Scuola d’Arte Cinematografica “Gian Maria Volonté” – Triennio 2023/25. È possibile iscriversi fino al 21 novembre 2022, scegliendo l’area didattica di competenza.L’Albo è ripartito in 4 settori, ciascuno dei quali comprende una o più aree didattiche. Il I settore comprende le seguenti aree didattiche attinenti all’ambito del film di finzione: Regia; Sceneggiatura; Organizzazione della produzione; Direzione della fotografia; Scenografia; Costume cinematografico; Ripresa del suono; Montaggio del suono; Montaggio della scena; VFX Design; il II settore comprende le seguenti aree didattiche attinenti all’ambito del film documentario: Regia; Sceneggiatura; Organizzazione della produzione; il III settore comprende le aree didattiche della Recitazione; il IV settore comprende l’area didattica della Storia e critica del cinema. E’ possibile candidarsi per una sola area didattica, a pena di esclusione dal procedimento.

Gli incarichi, conferiti sulla base delle graduatorie, saranno attivati in coerenza

Avviso pubblico contributi interventi amministrazione condivisa – approvazione elenco domande inammissibili

https://www.regione.lazio.it/documenti/78813

Si rende noto che con determinazione dirigenziale n. G14238 del 19/10/2022, pubblicata sul BUR N. 87 del 20/10/2022, è stato approvato l’elenco delle domande formalmente inammissibili alla successiva valutazione di merito della Commissione, relative all’Avviso pubblico per la concessione di contributi per la realizzazione di interventi di amministrazione condivisa dei beni comuni ( determinazioni n. G05367/2022, n. G05629/2022 e n.  G08622/2022).

Pubblicazione dell’elenco delle domande escluse

—-

OPPORTUNITA’ DI LAVORO

Avviso Pubblico avviamento al lavoro persone con disabilità, province di Frosinone e Latina

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/10/AVVISO-GRADUATORIE-DISABILI-PR.-FR.-E-LT.pdf

https://www.regione.lazio.it/documenti/78840

vedere file allegato

E’ in pubblicazione, dal 25 ottobre 2022, l’Avviso pubblico per l’avviamento al lavoro delle persone di cui all’art.1 comma 1 della Legge n.68/99 riservato agli iscritti nell’elenco delle persone con disabilità, di cui all’art.8 della Legge 12 marzo 1999, n. 68 ss. mm. ii., tenuto dagli Uffici competenti della Regione Lazio, afferenti al SILD dell’Area decentrata “Centri per l’Impiego Lazio Sud”, ciascuno con il proprio ambito di competenza territoriale, come di seguito specificato:  

  • Centri per l’Impiego dell’Area decentrata “CENTRI PER L’IMPIEGO LAZIO SUD” della provincia di Frosinone, competenti per l’ambito territoriale della provincia di Frosinone. 
  • Centri per l’Impiego dell’Area decentrata “CENTRI PER L’IMPIEGO LAZIO SUD” della provincia di Latina, competenti per l’ambito territoriale della provincia di Latina. 

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 09.00 del 25/10/2022 fino alle ore 23.59 del 23/11/2022 (farà fede la data e l’orario di recezione della pec). 

Concorso Corte dei Conti per 60 amministrativi

https://www.corteconti.it/Home/Organizzazione/AmministrazioneTrasparente/BandiConcorso/ConcorsiPersonaleAmministrativo/ConcorsoPubblico60TecnScient

SCADENZA: 20 DICEMBRE 2022

La Corte dei Conti ha indetto un concorso pubblico 2022 per reclutare 60 amministrativi, caratterizzati da specifica professionalità con orientamento economico finanziario – statistico.

Il nuovo personale – area III, fascia retributiva F3 – sarà assunto a tempo indeterminato e pieno e verrà destinato alle esigenze funzionali degli uffici centrali e territoriali della Corte dei Conti.

Istituto Nazionale Fisica Nucleare (INFN): concorso per 5 funzionari amministrativi

https://jobs.dsi.infn.it/index.php?tipo=Tempo%20Indeterminato

SCADENZA: 14 NOVEMBRE 2022

L’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) cha indetto un concorso per funzionari amministrativi da inserire presso l’Amministrazione Centrale a Roma (Lazio).

Si selezionano infatti 5 risorse da assumere nel profilo professionale di Funzionario di Amministrazione di V livello professionale con contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Concorso per 400 magistrati: Bando 2022 magistratura

https://www.giustizia.it/giustizia/page/it/decreto_18_ottobre_2022__concorso_per_esami_a_400_posti_di_magistrato_ordinario?contentId=SDC399987&previsiousPage=mg_1_6_1

SCADENZA: 21 NOVEMBRE 2022

Il Ministero della Giustizia ha indetto il concorso per magistrati ordinari 2022, finalizzato alla copertura di 400 posti di lavoro.

Al concorso in magistratura ordinaria possono accedere anche i laureati in Giurisprudenza, compresi i neolaureati, senza più l’obbligo di frequenza di tirocini o scuole di specializzazione per le professioni legali né l’abilitazione alla professione forense.

Concorso Vigili del Fuoco per 7 atleti Fiamme Rosse, Bando 2022

https://www.gazzettaufficiale.it/atto/concorsi/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2022-10-18&atto.codiceRedazionale=22E13300

SCADENZA: 17 NOVEMBRE 2022

È stato pubblicato un concorso per l’accesso al ruolo degli atleti del gruppo sportivo Vigili del Fuoco Fiamme Rosse.La selezione è finalizzata a individuare 7 sportivi in varie discipline e categorie / specialità.

Esercito: concorso per 49 Sottotenenti, Bando 2022

https://www.difesa.it/SGD-DNA/Staff/DG/PERSOMIL/Concorsi/Uff/Pagine/elenco.aspx

SCADENZA: 14 NOVEMBRE 2022

Il Ministero della Difesa ha pubblicato un bando di concorso per il reclutamento di Sottotenenti in servizio permanente nel ruolo speciale delle Armi di fanteria, cavalleria, artiglieria, genio, trasmissioni dell’Esercito e nel ruolo speciale del Corpo Sanitario dell’Esercito.

Provincia di Latina: concorsi per 12 assunzioni a tempo indeterminato

https://www.provincia.latina.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/12670

SCADENZA: 14 NOVEMBRE 2022

Nuove opportunità di lavoro nel Lazio, dove la Provincia di Latina ha indetto nuovi concorsi per assunzioni di personale a tempo indeterminato. Le selezioni pubbliche, infatti, prevedono la copertura di 12 posti di lavoro in ruoli amministrativi e tecnici.

Camera Commercio Rieti – Viterbo: concorso per 3 assistenti amministrativi, diplomati

http://www.cameracommerciorietiviterbo.it/it/amministrazione-trasparente_5/bandi-di-concorso_13/concorsi-non-ancora-scaduti_73/concorso-assunzione-3-unita-di-personale_155/

SCADENZA: 7 NOVEMBRE 2022

La Camera di Commercio di Rieti – Viterbo (Lazio) ha indetto un concorso per assistenti amministrativi, finalizzato alla copertura di 3 posti di lavoro.La selezione pubblica, infatti, prevede l’assunzione delle risorse mediante contratto a tempo indeterminato e pieno – Cat. C1. Il titolo di studio richiesto per accedere alla selezione è il diploma.

AGENZIA NAZIONALE PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI, 7 POSTI DI INGEGNERE INFORMATICO- Concorso pubblico, per esami, per la copertura di sette posti di collaboratore tecnico professionale – ingegnere informatico, categoria D, a tempo pieno ed indeterminato. (GU n.84 del 21-10-2022)

SCADENZA: 20 NOVEMBRE 2022

Dove va spedita la domanda: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *