PROVVEDIMENTI REGIONALI – BANDI

Legge regionale n. 29/2001 “Promozione e coordinamento delle politiche in favore dei giovani” e ss. mm. e ii. Approvazione Linee guida Lazio Sound

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/Legge-regionale-n.-292001-Promozione-e-coordinamento-delle-politiche-in-favore-dei-giovani-e-ss.-mm.-e-ii.-Approvazione-Linee.pdf

DESCRIZIONE E FINALITÀ La Regione Lazio intende potenziare il mondo musicale giovanile, intervenendo trasversalmente sulla filiera dell’industria musicale, ponendosi come obiettivo di sostenere:

a) la creatività ed il talento dei giovani artisti, musicisti, compositori e cantautori, di qualsiasi genere musicale;  

b) la produzione, la distribuzione, la circuitazione, l’internazionalizzazione, la formazione, la promozione dei giovani artisti;

c) la professionalizzazione dei giovani artisti, il supporto e l’accrescimento delle professionalità legate al mondo della musica;

d) la sinergia tra i giovani talenti e i diversi professionisti del mondo della musica e della creatività.

BENEFICIARI I beneficiari delle azioni sono giovani artisti di età compresa tra 14 e 35 anni non compiuti, residenti e/o domiciliati nel territorio della Regione Lazio. In caso di composizioni (band, cori…), potrà essere consentita una partecipazione minima di soggetti non residenti e/o non domiciliati nel territorio della Regione Lazio e/o con età pari o superiore a 35 anni.

Approvazione Avviso Pubblico “Arti e Creatività” presso Teatri e Cinema

https://www.regione.lazio.it/documenti/78890

Oggetto dell’Avviso L’avviso prevede l’organizzazione di iniziative formative e culturali realizzate dai Teatri e Cinema comunali e privati localizzati sul territorio della regione Lazio attraverso il coinvolgimento di Istituti scolastici e formativi e Dipartimenti Universitari del territorio. Si intende sostenere progetti integrati di qualità che, da un lato mirino a promuovere la realizzazione e la diffusione di attività, laboratori in ambito teatrale, cinematografiche, televisive, opere web a contenuto narrativo, cortometraggi e documentari per lo sviluppo delle pratiche didattiche che, valorizzano le differenti attitudini di ciascuno, mirando a favorire l’apprendimento di tutti gli alunni e ad orientarne le scelte future e dall’altro potenziare le competenze pratiche relative al teatro, al cinema, alle tecniche di sceneggiatura, alla produzione e di diffusione delle immagini e dei suoni. L’ iniziativa, prevede due ambiti di intervento:

Azione 1. “Laboratori formativi”;

Azione 2. “Ciclo di seminari”.

Risorse finanziarie e dimensione del singolo progetto L’intervento è finanziato nell’ambito del PR FSE Plus 2021-2027, attraverso la Priorità “Giovani” – Obiettivo Specifico f) (ESO4.6), per un importo pari a € 2.000.000,00. La concessione di contributi in favore dei soggetti, aventi i requisiti precedentemente indicati, sarà di importo non superiore al costo complessivo del programma dei laboratori. Per la realizzazione del progetto, che si compone dell’Azione 1 e dell’’Azione 2, il costo è di € 30.000,00. In sede di rendicontazione finale, il beneficiario dovrà indicare il numero effettivo delle ore di attività previste svolte e nel caso di dati di realizzazione inferiori a quelli stabili dell’avviso all’art.2.2, il contributo massimo concedibile sarà rideterminato proporzionalmente.

Articolazione dell’intervento La proposta progettuale deve comporsi obbligatoriamente nella realizzazione dell’Azione 1 e dell’Azione 2 e deve avere una durata complessiva di 130 ore, di cui 30 ore dedicate all’attuazione dell’Azione 2. Ogni attività (Azione 1 + Azione 2) deve essere realizzata nell’arco temporale di 6 mesi, prevedendo il coinvolgimento di un gruppo di studenti formato da un minimo di 50 ad un massimo di 80 studenti. I laboratori formativi possono essere realizzati presso spazi dei teatri/cinema oppure presso strutture idonee (classi, aule magne, palestre, etc.) messe a disposizione dagli Istituti scolastici e formativi e dai Dipartimenti Universitari.

Soggetti proponenti I soggetti proponenti degli interventi previsti dal presente Avviso sono i Teatri e Cinema comunali, (Enti di gestione o Comuni stessi) e Teatri e Cinema privati localizzati sul territorio della regione Lazio in forma singola o associata (attraverso la costituzione di una ATS – Associazione Temporanea di Scopo). Alla realizzazione delle attività progettuali dovrà aderire obbligatoriamente almeno una scuola statale o paritaria (scuola secondaria di primo o secondo grado), un dipartimento universitario o un ente del sistema educativo regionale dell’istruzione e formazione professionale di cui alla legge regionale 20 aprile 2015, n. 5 (Disposizioni sul sistema educativo regionale di istruzione e formazione professionale) e successive modifiche ed integrazioni. La partecipazione delle scuole/enti deve essere formalizzata attraverso una lettera di adesione ad un solo progetto (Allegato F) che dovrà essere sottoscritta dal rappresentante legale della Scuola/Ente e allegata alla documentazione obbligatoria da presentare in fase di candidatura del progetto. Ogni soggetto proponente può presentare una sola proposta progettuale e può essere membro di un solo partenariato, pena l’inammissibilità delle proposte ulteriori pervenute cronologicamente nel momento successivo alla prima candidatura, come da orario tracciato dal sistema informatico regionale per l’accesso (SIGEM).

Destinatari I destinatari dei progetti finanziati con l’intervento sono gli studenti della scuola statale o paritaria (scuola secondaria di primo o secondo grado), o studenti universitari o studenti del sistema educativo regionale dell’istruzione e formazione professionale di cui alla legge regionale 20 aprile 2015, n. 5 (Disposizioni sul sistema educativo regionale di istruzione e formazione professionale) e successive modifiche.

Scadenza dei termini per la presentazione delle proposte progettuali Le proposte progettuali a valere sul presente Avviso Pubblico potranno essere presentate dalle ore 09:30 dell’8/11/2022 martedì, fino alle ore 17:00 del 13/12/2022 martedì.

Modalità per la presentazione delle candidature Ciascun proponente (in forma singola) può presentare una sola proposta progettuale nell’ambito del presente Avviso. La presentazione di più proposte progettuali comporta l’esclusione di tutte le proposte progettuali del proponente. Le proposte progettuali devono essere presentate esclusivamente attraverso la procedura telematica accessibile dal sito https://sicer.regione.lazio.it/sigem-gestione attraverso il sistema pubblico SPID, al fine di aumentare il livello di sicurezza del sistema e in linea con le disposizioni e le modalità di accesso ad altri servizi della Pubblica Amministrazione, qui di seguito il link per la consultazione del manuale di accesso: https://www.regione.lazio.it/sites/default/files/2022-06/SIGEM_Autenticazione_SPID_ManualeUtente.pdf.

Assistenza Tecnica durante l’elaborazione delle proposte progettuali Per ricevere assistenza e supporto anche in fase di presentazione delle proposte è possibile rivolgersi al seguente indirizzo di posta elettronica a partire dal giorno di pubblicazione del presente Avviso e fino alla scadenza dello stesso: articreative@regione.lazio.it.

Approvazione Avviso Pubblico “Contributi per l’acquisto di servizi di baby sitting” Programma Fondo Sociale Europeo Plus (FSE+) 2021- 2027 Obiettivo di Policy 4 “Un’Europa più sociale” – Priorità Occupazione – – Obiettivo specifico c). Codice Sigem 22086D.

https://www.regione.lazio.it/documenti/78889

Oggetto dell’avviso L’Avviso prevede la concessione, mediante procedura “a sportello” (si veda successivo art. 8), di contributi per l’acquisto di servizi di baby-sitting domestici attivati nel rispetto della normativa vigente in materia di lavoro e di previdenza sociale, al fine di favorire un’equilibrata condivisione delle responsabilità di cura dei figli di età inferiore ai dodici anni al momento della presentazione della domanda.

Risorse finanziarie L’importo complessivamente stanziato è di € 3.000.000,00 a valere sul PR FSE+2021-2027” Priorità “Occupazione” – Obiettivo specifico c).

Soggetti richiedenti e requisiti Possono presentare richiesta dei contributi per l’acquisto di servizi di baby-sitting domestici i soggetti che abbiano i seguenti requisiti al momento della presentazione della richiesta:

· essere cittadino/a italiano/a o di uno Stato membro dell’Unione Europea o essere in possesso di regolare permesso di soggiorno CE (ai sensi del D.lgs 286/98 e ss.mm.ii.);

· essere residente o domiciliato in uno dei comuni della Regione Lazio;

· essere una madre lavoratrice, anche autonoma, o imprenditrice, e trovarsi nel periodo degli undici mesi successivi al periodo di congedo obbligatorio di maternità ovvero al congedo parentale previsto dall’articolo 32, comma 1, lettera a), del d.lgs. 151/2001 e successive modifiche; oppure, in alternativa alla madre lavoratrice

· essere un padre lavoratore che usufruisce del congedo parentale di cui all’articolo 32 del d.lgs. 151/2001;

· essere all’interno di un nucleo familiare con attestazione ISEE o ISEE minorenni in caso di genitori non conviventi in corso di validità relativa all’anno di partecipazione non superiore a € 20.000,00 (per esempio, si richiede il buono nell’annualità 2022 si deve presentare ISEE 2022 relativo ai redditi 2020);

· avere almeno un figlio/a di età inferiore a 12 anni al momento di presentazione della domanda. I contributi sono riconosciuti nel rispetto dei seguenti criteri prioritari di accesso:

a) essere genitore monoparentale;

b) svolgere mansioni incompatibili con modalità smart working;

c) distanza tra posto di lavoro e residenza o domicilio della lavoratrice o del lavoratore superiore a 50 km o 80 minuti di tempo di percorrenza con i mezzi pubblici.

In ipotesi di genitori che non fanno parte dello stesso nucleo familiare, il bonus deve essere richiesto ed erogato in favore del soggetto che convive con il minore.

Può essere richiesto un solo contributo per nucleo familiare a prescindere dal numero di figli.

Caratteristiche delle attività di baby sitting Le attività relative alla cura del/dei minori oggetto del presente finanziamento, che devono essere svolte da parte di babysitter regolarmente assunta, sono ammissibili dalla data di approvazione e pubblicazione della graduatoria da parte della Regione. Non sono ammissibili domande relative all’attivazione, estensione o prestazione di lavoro qualora tra il prestatore di lavoro e l’utilizzatore intercorrano rapporti di coniugio, parentela e affinità sino al secondo grado.

Ammontare dei contributi e definizione dei parametri di costo Al fine del riconoscimento del costo del servizio è previsto un contributo determinato attraverso l’individuazione di un costo standard, ai sensi dell’art. 53 comma 1 let. b) del Reg. (UE) 2021/1060, pari a 10,00 euro/ora per servizi erogati di baby sitting.

L’ammontare del contributo è pari all’importo massimo di euro 3.000,00 annuale (corrispondente quindi a 300h di servizio di baby sitting) sia per le madri che per i padri lavoratori, fermo restando il rispetto dei requisiti di cui all’art. 4. In presenza di più figli di età inferiore a 12 anni, il bonus può essere richiesto anche per tutti i figli, ma in misura complessivamente non superiore a 3.000,00 euro per nucleo familiare. I contributi non sono cumulabili con quelli previsti dalla normativa vigente per le medesime finalità. Il contributo economico non è soggetto ad imposizione fiscale e non contribuisce alla formazione del reddito, ai sensi di quanto previsto in materia di trattamento fiscale delle indennità di sostegno al reddito della Circolare INPS n. 49 del 30 marzo 2020.

Scadenza dei termini per la presentazione delle proposte progettuali Le proposte, con le modalità di presentazione che saranno comunicate successivamente, senza soluzione di continuità e con assegnazione “on demand”, a valere sul presente Avviso Pubblico, potranno essere presentate dalle ore 9:30 del 06 dicembre 2022, fino ad esaurimento delle risorse. A tal riguardo, sarà cura dell’Amministrazione comunicare la chiusura della procedura.

Modalità per la presentazione delle candidature Ciascun soggetto richiedente può presentare una sola domanda nell’ambito del presente Avviso. La presentazione di più richieste comporta l’esclusione di tutte le proposte progettuali del proponente. Le modalità di presentazione delle domande (piattaforma telematica e procedura d’inserimento) saranno comunicate, dall’Amministrazione, attraverso i canali istituzionali, successivamente alla pubblicazione del presente Avviso Pubblico; La procedura di presentazione del progetto è da ritenersi conclusa solo all’avvenuta trasmissione obbligatoria di tutta la documentazione prevista come di seguito:

– domanda di ammissione (Allegato A al presente Avviso) debitamente stampata, firmata, scansionata in formato pdf e allegata;

– attestazione ISEE del richiedente pari o inferiore a € 20.000 in corso di validità;

– documento di identità in formato PDF del soggetto richiedente il contributo;

– documento d’identità in corso di validità in formato PDF di almeno un figlio/a del beneficiario dei contributi.

L’importo richiesto ed erogato non potrà essere superiore complessivamente a 3.000,00 euro annuali (corrispondente a 300 h di servizio di baby sitting erogato).

Assistenza Tecnica durante l’elaborazione delle proposte progettuali Per ricevere assistenza e supporto anche in fase di presentazione delle proposte è possibile rivolgersi al seguente indirizzo di posta elettronica: babysitting@regione.lazio.it a partire dal giorno di pubblicazione del presente Avviso.

Documentazione della procedura L’Avviso sarà pubblicizzato sul sito internet della Regione Lazio al link http://www.regione.lazio.it/rl_formazione/ nella sezione Bandi e avvisi, sul portale di Lazio Europa al link http://lazioeuropa.it/ e sul BUR della Regione Lazio.

Ministero politiche agricole alimentari e forestali. Pubblicato l’Avviso per lo sviluppo della logistica agroalimentare, a favore delle imprese, finanziato dal PNRR con 500 mln di euro

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/18556

È disponibile sul sito del MiPAAF l’Avviso pubblico per l’accesso alle agevolazioni per lo sviluppo della logistica agroalimentare, a favore delle imprese, in linea con le direttive fornite dal decreto firmato dal Ministro Stefano Patuanelli il 13 giugno scorso, a cui sono destinati 500 milioni di euro nell’ambito della misura PNRR “Sviluppo logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo”.

Il nuovo strumento dei “Contratti per la logistica agroalimentare” prevede il sostegno agli investimenti finalizzati a potenziare i sistemi di logistica e stoccaggio, riducendo l’impatto ambientale e rafforzando la competitività delle imprese.

Sono ammissibili alle agevolazioni i programmi di investimenti in attivi materiali e immateriali (a titolo esemplificativo, locali di stoccaggio delle materie prime agricole, trasformazione e conservazione delle materie prime, digitalizzazione della logistica e altri), gli investimenti nel trasporto alimentare e gli interventi di innovazione dei processi di produzione, dell’agricoltura di precisione e della tracciabilità.

In particolare, i programmi di investimento potranno riguardare la creazione di una nuova unità produttiva, l’ampliamento della capacità, la riconversione o la ristrutturazione di un’unità produttiva esistente, o l’acquisizione di un’unità produttiva.

Possono partecipare le imprese, in forma singola o associata, anche in forma consortile, le società cooperative, i loro consorzi che operano nel settore agricolo e agroalimentare, le organizzazioni di produttori agricoli, le imprese attive nei settori pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo nonché le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione.

Le agevolazioni saranno concesse sulla base di una procedura valutativa e fino ad esaurimento dei fondi disponibili.


Le domande di accesso agli incentivi, complete dei relativi allegati e documenti richiesti, dovranno essere presentate attraverso la piattaforma informatica www.invitalia.it, su cui sarà a breve disponibile una scheda informativa dettagliata e potranno essere richiesti ulteriori chiarimenti e informazioni.

La presentazione delle domande di agevolazione sarà possibile a partire dalle ore 12.00 del 12 ottobre e fino alle ore 17.00 del 10 novembre 2022.

—-

Ratifica dell’Accordo stipulato tra il Commissario Straordinario del Governo e la Regione Lazio, per l’attuazione degli interventi relativi alla Misura M1C3, Investimento 4.3 del PNRR – intervento 201 – linea investimento- Percorsi Giubilari 2025: dalla Roma pagana alla Roma Cristiana – progetto “Grande Latium – Cammina in sicurezza: creazione aree attrezzate di sosta ed interventi per l’accessibilità lungo i cammini regionali”.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/Ratifica-dellAccordo-stipulato-tra-il-Commissario-Straordinario-del-Governo-e-la-Regione-Lazio-per-lattuazione-degli-interventi.pdf

VEDERE ALLEGATO

Criteri e modalità per la concessione di finanziamenti straordinari in materia di opere pubbliche. Art. 1, comma 38, della legge regionale 11 agosto 2008 n. 14 e ss. mm.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/Criteri-e-modalita-per-la-concessione-di-finanziamenti-straordinari-in-materia-di-opere-pubbliche.-Art.-1-comma-38-della-legge.pdf

VEDERE ALLEGATO

L.R. 13/2007 e s.m.i. – Programmazione delle manifestazioni turistiche per l’annualità 2023. Approvazione del calendario delle iniziative e delle manifestazioni di promozione turistica in Italia e all’estero.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/L.R.-132007-e-s.m.i.-Programmazione-delle-manifestazioni-turistiche-per-lannualita-2023.-Approvazione-del-calendario-delle.pdf

VEDERE ALLEGATO

Piano annuale degli interventi per il diritto allo studio scolastico – Anno scolastico 2022/23

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/Piano-annuale-degli-interventi-per-il-diritto-allo-studio-scolastico-Anno-scolastico-202223.pdf

VEDERE ALLEGATO

L.R. 17 giugno 2020, n. 3, “Interventi di prevenzione e sostegno in materia di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti” – Istituzione, nell’ambito della “Piattaforma digitale regionale dati”, della sezione “Revenge porn”, recante le informazioni utili per le vittime del reato di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti, nonché del numero verde a loro dedicato ed attuazione dell’art. 3 (Misure di sostegno).

VEDERE ALLEGATO

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/L.R.-17-giugno-2020-n.-3-Interventi-di-prevenzione-e-sostegno-in-materia-di-diffusione-illecita-di-immagini-o-video-sessualmente.pdf

PR FESR Lazio 2021-2027 – Obiettivo strategico 1 “Un’Europa più competitiva e intelligente”, Obiettivo specifico 1.I “Sviluppare e rafforzare le capacità di ricerca e di innovazione e l’introduzione di tecnologie avanzate” – Criteri e modalità generali per la concessione di Contributi a fondo perduto per la realizzazione di Progetti di investimento per l’avviamento o il potenziamento di infrastrutture per la ricerca.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/PR-FESR-Lazio-2021-2027-Obiettivo-strategico-1-UnEuropa-piu-competitiva-e-intelligente-Obiettivo-specifico-1.I-Sviluppare.pdf

La Regione Lazio intende potenziare le capacità del sistema regionale della ricerca, dell’innovazione e del trasferimento tecnologico rafforzando il legame tra i produttori di conoscenza e le imprese in grado di trasformare tale conoscenza in una crescita dell’economia e della buona occupazione basata su tecnologie più competitive.

A tal fine l’Avviso prevede la concessione di contributi a fondo perduto per la realizzazione di progetti di investimento per l’avviamento o il potenziamento di infrastrutture per la ricerca, che producano nuova capacità operativa dedicata a corrispondere ai fabbisogni di ricerca e innovazione delle imprese con riferimento alle aree di specializzazione della Smart Specialization Strategy Regionale (RIS3) e alle traiettorie di sviluppo ivi delineate.

INVESTIMENTO TOTALE 20 MILIONI DI EURO

L’aiuto riguarda gli investimenti materiali ed immateriali per laboratori, macchinari ed attrezzature, le cui tariffe di accesso, insieme ai ricavi per altri servizi di ricerca connessi che il beneficiario sarà in grado di offrire, devono garantire la sostenibilità economica e finanziaria dell’investimento. L’investimento agevolato non deve risultare inferiore a 2 milioni di euro, deve essere concretamente avviato entro 9 mesi dalla data di concessione del contributo (50% di impegni giuridicamente vincolanti o, per i soggetti tenuti, procedure di gara pubblicate per tale importo) ed essere completamente realizzato, pagato e funzionante entro 30 mesi dalla medesima data di concessione.

Il contributo L’agevolazione è un contributo a fondo perduto pari al 50% del totale delle spese ammissibili ed effettivamente sostenute, ed è un aiuto di Stato concesso ai sensi dell’art. 26 del Reg. (UE) 651/2014, quindi, indipendentemente dalla natura (pubblica o privata) e dalla dimensione dei soggetti beneficiari (incluse le grandi imprese), ma a condizione che l’accesso all’infrastruttura e ai servizi connessi sia aperto a più utenti imprese e offerto in modo trasparente e non discriminatorio (attività economica).

Tuttavia nel caso di beneficiari che sono organismi di ricerca e diffusione della conoscenza, l’uso dell’Infrastruttura di Ricerca può essere destinato a svolgere attività non economica, vale a dire di ricerca indipendente (non commissionata dalle imprese e i cui risultati sono pubblici), nella misura massima del 30%, e una quota corrispondente degli investimenti può essere sovvenzionata al 100% non avendo natura di aiuto di Stato.

Ciascun progetto può avere un contributo massimo di 3 milioni di euro.

Beneficiari I beneficiari sono soggetti di natura privata o pubblico privata, aventi qualsiasi forma giuridica che sia compatibile con la proprietà degli investimenti agevolati (ad esempio: società, reti o consorzi dotati di personalità giuridica e proprio patrimonio) e con lo svolgimento in via prevalente di attività economiche di ricerca, di trasferimento tecnologico e relativa assistenza.

Sono ammissibili aggregazioni prive di patrimonio solo se tra Enti Pubblici e a condizione che abbiano la piena disponibilità degli investimenti agevolati ed assicurino la stabilità necessaria per garantire nel tempo la gestione unitaria dell’infrastruttura e il suo carattere aperto.

I beneficiari possono anche non essere costituiti al momento della presentazione della domanda, ma devono esserlo al momento della concessione del contributo. I beneficiari devono dimostrare in primo luogo di avere la capacità finanziaria per far fronte alla quota dell’investimento non coperta da contributo, anche mediante l’eventuale sostegno finanziario upfront di partner (non beneficiari) a scomputo del futuro uso dell’infrastruttura e servizi connessi.

La presenza di imprese concretamente interessate ad utilizzare la nuova capacità operativa dell’infrastruttura che sarà messa a disposizione a seguito dell’investimento agevolato è, comunque, il principale criterio di valutazione dei progetti, perché indica che l’investimento è capace di soddisfare la domanda di ricerca delle imprese e, al contempo, che lo stesso è in grado di generare ricavi che ne garantiscono la sostenibilità economica e finanziaria nel tempo.

Politica di coesione europea – modalità operative per la partecipazione della Regione Lazio ai Programmi di Cooperazione Territoriale Europea 2021-2027

VEDERE ALLEGATO

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/Politica-di-coesione-europea-modalita-operative-per-la-partecipazione-della-Regione-Lazio-ai-Programmi-di-Cooperazione.pdf

Piano Sociale Regionale “Prendersi Cura, un Bene Comune”. Finalizzazione delle risorse regionali per gli interventi di carattere sociale relativi agli esercizi finanziari 2022-2023. Secondo semestre 2022

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/Piano-Sociale-Regionale-Prendersi-Cura-un-Bene-Comune.-Finalizzazione-delle-risorse-regionali-per-gli-interventi-di-carattere.pdf

VEDERE ALLEGATO

DGR 698/2022. Ulteriori indirizzi di programmazione regionale di riparto delle risorse per l’annualità 2021 del Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare di cui alla legge 112/2016 e approvazione schema di convenzione tra la Regione Lazio e le ATER del Lazio.

VEDERE ALLEGATO

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/DGR-6982022.-Ulteriori-indirizzi-di-programmazione-regionale-di-riparto-delle-risorse-per-lannualita-2021-del-Fondo-per.pdf

DGR n. 87 del 1 marzo 2022 – Piano annuale degli interventi in materia di Cinema e Audiovisivo 2022. Atto di indirizzo per l’attuazione dell’azione 3. “Distribuzione cinematografica e audiovisiva”.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/DGR-n.-87-del-1-marzo-2022-Piano-annuale-degli-interventi-in-materia-di-Cinema-e-Audiovisivo-2022.-Atto-di-indirizzo-per.pdf

E’ stato PROPOSTO:

1)di procedere all’attuazione dell’Azione 3 “Distribuzione cinematografica e audiovisiva” del citato Piano annuale degli interventi in materia di Cinema e Audiovisivo 2022, alla quale sono destinati euro 974.696,00 euro che gravano sul capitolo U0000G11938 spese correnti, Missione “05” Programma “02” piano dei conti “1.04.03.99”, nell’Esercizio Finanziario 2022, di cui alla prenotazione d’impegno n. 3662/2022;

2) di circoscrivere l’ambito di intervento di cui all’Azione 3 del Piano annuale 2022 del Cinema e dell’audiovisivo, stabilendo che il sostegno alla distribuzione cinematografica e audiovisiva sarà rivolto alla concessione di contributi, dietro apposito avviso pubblico adottato nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di aiuti di stato, rivolti ai soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

– siano qualificabili come piccole e medie imprese (PMI);

– abbiano sede legale o operativa nel territorio regionale;

– siano regolarmente iscritte nel registro imprese;

– esercitino, in modo esclusivo o prevalente, attività di distribuzione cinematografica e e siano qualificabili come “distributori indipendenti” ai sensi dell’art. 2 della Legge 14 novembre 2016, n. 220, recante “Disciplina del cinema e dell’audiovisivo” e dell’art. 2 del Decreto del Ministro della Cultura del 15 luglio 2021, recante “Disposizioni applicative in materia di contributi automatici di cui agli articoli 23, 24 e 25 della legge 14 novembre 2016, n. 220”;

– abbiano versato interamente il capitale sociale e dispongano, sulla base dell’ultimo bilancio regolarmente depositato, di un patrimonio netto non inferiore ad euro 40.000, ridotto ad euro 10.000 in caso di opere di cortometraggio;

3) stabilire, ai fini dell’adozione del citato avviso pubblico e garantire una adeguata ricaduta territoriale dell’intervento regionale, che:

– il sostegno regionale è rivolto alla distribuzione nazionale nelle sale cinematografiche di “opere cinematografiche”, incluse le opere di animazione e i documentari, dichiarate di nazionalità italianaai sensi di quanto indicato all’art. 2 della citata L. 220/2016, anche ove realizzate in coproduzione o cooperazione internazionale, idonee a valorizzare, per tematica o localizzazione delle riprese, il territorio o il patrimonio culturale, storico o artistico del Lazio;

– il piano di distribuzione dell’opera deve comprendere tutte le città capoluogo di provincia del Lazio e almeno 10 delle ex città capozona ubicate fuori del Lazio (Milano, Torino, Genova, Padova, Bologna, Firenze, Napoli, Bari e Catania);

– ogni impresa può presentare richiesta per un massimo di 3 opere cinematografiche ed il contributo regionale, fermi restando i limiti derivanti dal regime “de minimis” applicabile ai sensi del Regolamento Ue n. 1407 del 2013, non potrà comunque superare l’80% delle spese ammissibili, cioè relative alla attività connesse alla distribuzione dell’opera nelle sale cinematografiche italiane come definite alla lettera f) del quarto comma dell’articolo 2 del citato D.M. 15/07/2021, e comunque non potrà superare l’importo massimo di Euro 50.000 per opera;

– i criteri per la valutazione delle opere pervenute saranno definiti nell’avviso tenendo in considerazione la necessità di garantire priorità alle opere aventi una maggiore capacità di valorizzare il territorio regionale e alle opere per le quali è prevista una maggiore distribuzione a livello nazionale;

4) stabilire che la Regione, ai fini dell’approvazione e gestione del suddetto avviso pubblico, nonché della concessione ed erogazione dei contributi previsti nella presente deliberazione si avvarrà, quale soggetto attuatore, di LAZIOcrea S.p.A., società in house ed ente strumentale della Regione, dotata di specifiche competenze ed esperienze nel settore e nella gestione di Avvisi pubblici per l’erogazione di contributi e nella realizzazione di attività di comunicazione istituzionale per conto della Regione.

IL BANDO DOVRA’ USCIRE

Regolamento Regionale n. 7/2019, art 6. Disposizioni in materia di riconsegna dei tesserini segna catture pesca. Differimento termine.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/Regolamento-Regionale-n.-72019-art-6.-Disposizioni-in-materia-di-riconsegna-dei-tesserini-segna-catture-pesca.-Differimento.pdf

E’ stato deliberato:

1.    di differire la riconsegna dei tesserini segna catture della stagione 2021/2022, prevista entro il 30 novembre 2022, al 30 novembre 2023;

2.    di consentire ai pescatori di pesca sportiva o ricreativa dilettantistica l’utilizzo del tesserino segna catture 2021/2023, qualora siano disponibili spazi per l’annotazione, anche per la stagione 2022/2023

L. R. 11 agosto 2022, n. 16, art. 26. Approvazione delle modalità di concessione dei contributi per sostenere la ripresa del settore della pesca.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/L.-R.-11-agosto-2022-n.-16-art.-26.-Approvazione-delle-modalita-di-concessione-dei-contributi-per-sostenere-la-ripresa-del-settore.pdf

FINALITÀ La Legge Regionale 11 agosto 2022, n. 16, art. 26, comma 1, stabilisce che, al fine di sostenere la ripresa del settore della pesca colpito dalla crisi internazionale in atto, la Regione concede contributi alle imprese di pesca marittima armatrici di imbarcazioni e alle imprese di pesca professionale in acque interne.

SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare dei contributi di cui al presente provvedimento le imprese di pesca marittima armatrici di imbarcazioni e le imprese di pesca professionale in acque interne in possesso dei requisiti descritti nel paragrafo successivo.

DOTAZIONE FINANZIARIA La dotazione finanziaria del presente provvedimento è pari a euro 1.500.000,00. Gli aiuti di cui al presente provvedimento sono erogati nei limiti delle risorse disponibili. Qualora l’importo totale dei contributi da concedere ne superi la disponibilità, si procederà a ridurre proporzionalmente il contributo spettante per ogni singola impresa.

INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO.

a) Limite massimo di euro 35.000,00 per ciascuna impresa;

b) alle imprese di pesca marittima armatrici di imbarcazioni i contributi sono determinati tenendo conto della stazza di ciascuna imbarcazione gestita dall’impresa in misura pari a:

− euro 1.000,00, per ciascuna imbarcazione con stazza inferiore a 10 Grosse Tonnage (GT);

− euro 150,00, per GT per ciascuna imbarcazione con stazza uguale o superiore a 10 GT;

c) alle imprese di pesca professionale in acque interne i contributi sono concessi in misura pari a euro 1.000,00 per ciascuna impresa.

MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO I soggetti che intendono presentare domanda di contributo devono utilizzare esclusivamente la modulistica allegata al presente avviso pubblico. La domanda di contributo, completa della relativa documentazione, deve riportare in oggetto la dicitura “L. R. 16/2022, art. 26 – Contributi per sostenere la ripresa del settore della pesca”.

Nel caso in cui il termine ultimo di presentazione delle domande coincida con un giorno festivo, lo stesso è fissato al giorno lavorativo successivo. A pena di inammissibilità dell’istanza, farà fede la data e l’ora dell’avvenuta consegna della posta elettronica certificata. La documentazione richiesta dal presente Avviso che prevede sottoscrizione deve essere firmata digitalmente ai sensi del D.Lgs. n. 82/2005 e norme collegate oppure sottoscritta con firma autografa allegando fotocopia del documento di identità in corso di validità. Le domande dovranno essere inviate a mezzo PEC entro il 7° (settimo) giorno dalla pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio nel modo seguente:

Imprese di pesca marittima armatrici di imbarcazioni La domanda di contributo deve fare riferimento alla singola impresa, comprendere tutte le imbarcazioni per le quali l’armatore presenta la domanda ed essere presentata esclusivamente ai seguenti indirizzi:

− imbarcazioni iscritte negli uffici marittimi ricadenti nel territorio della provincia di Latina Area Decentrata Agricoltura Lazio Sud – adalatina@regione.lazio.legalmail.it

− imbarcazioni iscritte negli uffici marittimi ricadenti nel territorio della città metropolitana di Roma Area Decentrata Agricoltura Lazio Centro – adaroma@regione.lazio.legalmail.it

b) Imprese di pesca professionale in acque interne La domanda di contributo deve essere presentata esclusivamente ai seguenti indirizzi in base alla provincia in cui è registrata l’impresa:

− Area Decentrata Agricoltura Lazio Sud (Frosinone e Latina) – adalatina@regione.lazio.legalmail.it

− Area Decentrata Agricoltura Lazio Centro (Roma) – adaroma@regione.lazio.legalmail.it

− Area Decentrata Agricoltura Lazio Nord (Viterbo e Rieti) – adaviterbo@regione.lazio.legalmail.it

L’Amministrazione regionale effettuerà il controllo delle dichiarazioni sostitutive di certificazione e/o di atto di notorietà, ai sensi dell’art. 71 del DPR 20 dicembre 2000, n. 445. Eventuali false dichiarazioni rese dall’interessato, comporteranno l’applicazione delle sanzioni di cui all’art. 76 del DPR 20 dicembre 2000, n. 445.

DOMANDA DI CONTRIBUTO La domanda di contributo deve essere presentata esclusivamente secondo il modello di cui all’Allegato A1) per le imprese di pesca marittima armatrici di imbarcazioni e secondo il modello di cui all’Allegato A2) per le imprese di pesca professionale in acque interne La modulistica suddetta è comprensiva delle dichiarazioni rese ai sensi del DPR n. 445/2000. Alla domanda deve essere allegata una copia di un documento di identità in corso di validità fiscale del Legale Rappresentante dell’impresa proponente. Tutti i documenti devono essere prodotti in forma elettronica, firmati digitalmente in formato pdf, oppure sottoscritti con firma autografa allegando fotocopia del documento di identità in corso di validità.

I FAC SIMILI DI DOMANDE SONO ALLEGATI AL FILE

PR Lazio FESR 2021-2027. Obiettivo strategico 1 “Un’Europa più competitiva e intelligente”, Obiettivo specifico 1.3 “Rafforzare la crescita e la competitività delle PMI”. Individuazione, mediante Manifestazione di interesse, dei luoghi che diverranno sede degli Atelier, al fine della predisposizione della nuova edizione dell’Avviso pubblico Atelier Arte, Bellezza e Cultura. Prenotazione di impegno di spesa di euro 7.000.000,00 sui capitoli U0000A44101, U0000A44102, U0000A44103. E.F. 2022.

VEDERE ALLEGATO

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/PR-Lazio-FESR-2021-2027.-Obiettivo-strategico-1-UnEuropa-piu-competitiva-e-intelligente-Obiettivo-specifico-1.3-Rafforzare.pdf

L.R. 15/02 “Testo unico in materia di Sport” . Presa d’atto dei lavori della Commissione di valutazione istituita con Determinazione dirigenziale del 20 settembre 2022 n. G12469 e attribuzione dei contributi regionali alle manifestazioni di cui alla Deliberazione di Giunta Regionale n. 537.

VEDERE ALLEGATO

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/L.R.-1502-Testo-unico-in-materia-di-Sport-.-Presa-datto-dei-lavori-della-Commissione-di-valutazione-istituita-con.pdf

Enti Locali: 7.8 milioni di euro per interventi nei Comuni montani

La Regione Lazio promuove e realizza interventi per la salvaguardia e la valorizzazione della montagna, nonché misure di sostegno in favore dei Comuni totalmente e parzialmente montani attraverso politiche di rafforzamento delle misure di prevenzione del rischio del dissesto idrogeologico nei territori montani, di salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità, di accessibilità alle infrastrutture digitali e rafforzamento dei servizi essenziali, con particolare riguardo prioritario a quelli socio-sanitari, per un totale di risorse complessivamente disponibili pari a euro 7.800.000, di cui € 6.446.645, derivanti dal FOSMIT Fondo per lo Sviluppo delle Montagne Italiane, ed €1.353.354 derivanti dal bilancio regionale.La Giunta Regionale ha approvato una proposta di delibera con la quale verranno stanziate risorse pari a 7.8 milioni di euro per realizzare interventi di gestione forestale straordinari urgenti finalizzati alla prevenzione del dissesto idrogeologico nei territori montani, da attuare in particolare su superfici forestali fragili o sensibili, sui boschi del demanio pubblico, ovvero interventi di recupero e ricostituzione boschiva su aree percorse dal fuoco, risultanti dalla mappatura trasmessa dai Carabinieri Forestali all’Agenzia Regionale di Protezione Civile, in casi documentati di situazioni di dissesto idrogeologico e nelle situazioni in cui sia urgente un intervento per la tutela di particolari valori ambientali e paesaggistici; interventi di prevenzione degli incendi boschivi mediante la realizzazione di vasche e opere accessorie per l’attingimento idrico da parte dei mezzi antincendio e, in ultimo, interventi per la realizzazione di servizi di tele assistenza socio-sanitaria dei pazienti fragili e cronici residenti nei territori montani attraverso l’ampliamento della dotazione tecnologica e dell’offerta specialistica per l’assistenza territoriale e il monitoraggio della popolazione fragile attraverso reti pro-attive, con l’obiettivo di perseguire anche nelle aree disagiate il modello organizzativo previsto dal DM 77/2022 per assicurare la tutela della salute attraverso risposte coordinate di prossimità, che faciliti la presa in carico integrata delle persone fragili e affette da patologie croniche.

Gli interventi previsti oltre ad essere emersi come prioritari necessari sono complementari agli investimenti previsti nel Pnrr che per la riforestazione limita gli interventi alle aree urbane e sulla telemedicina e tele assistenza limita gli interventi ai soli distretti sanitari. Alla selezione e realizzazione delle azioni sopra individuate si procederà attraverso l’emanazione di avvisi pubblici/manifestazioni d’interesse rivolti a soggetti attuatori, in particolare Comuni montani singoli o associati e Comunità montane e/o trasferimento delle risorse ad Aziende Sanitarie Locali e/o distretti socio-sanitari, previa individuazione di specifici criteri previsti con apposita deliberazione della Giunta regionale.

SI TRATTA DI UN’INFORMATIVA. ATTENDERE L’AVVISO PUBBLICO 

Regione Lazio DIREZIONE AGENZIA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 2 novembre 2022, n. G14941 Maltempo 30 ottobre – 30 novembre 2019 – OCDPC n. 700/2020, OCDPC n. 915 del 17 agosto 2022. OCDPC 932 del 13.10.2022, avente ad oggetto “Disposizioni operative per l’attivazione dell’istruttoria finalizzata alla concessione di contributi a favore dei soggetti privati e dei titolari delle attività economiche e produttive ai sensi dell’articolo 1, comma 448 della legge 30 dicembre 2021, n. 234 in relazione agli eventi calamitosi verificatisi negli anni 2019 e 2020″, Allegato B “Criteri direttivi per la determinazione dei contributi ai soggetti privati per i danni occorsi al patrimonio edilizio abitativo ed ai beni mobili” – Individuazione amministrazioni comunali interessate e definizione procedure.

E’ stato disposto

–          che le Amministrazioni comunali dei comuni di Casalvieri, Coreno Ausonio, Gallinaro, Isola Del Liri, San Donato Val Di Comino, Sant’Elia Fiumerapido, Settefrati, Vallerotonda, Vicalvi, Villa Santa Lucia, Cisterna di Latina, Fondi, Formia, Gaeta, Latina, Lenola, Monte San Biagio, Spigno Saturnia, Terracina, Contigliano, Magliano Sabina, Pomezia, Sant’Oreste, Graffignano, Villa San Giovanni in Tuscia, provvedano alla notifica ai soggetti che già hanno presentato domanda in fase di ricognizione dei danni al patrimonio edilizio privato ed ai beni mobili, delle modalità di conferma delle istanze;

–          che le Amministrazioni comunali interessate provvedano alla istruttoria delle istanze secondo le modalità disciplinate dall’allegato B all’OCDPC 932/2022 e alla trasmissione entro 45 giorni dalla scadenza del termine previsto per la presentazione delle domande di contributo al Soggetto Responsabile dell’elenco riepilogativo delle domande accolte, utilizzando il prospetto SCB1/ SCB2 all’indirizzo PEC: emergenzanovembre2019@regione.lazio.legalmail.it;

ISTITUZIONE DELL’ELENCO DEGLI AVVOCATI DOMICILIATARI DI FIDUCIA NELL’AMBITO DEL TERRITORIO DELLA REGIONE LAZIO. – APPROVAZIONE DELLA GRADUATORIA

VEDERE ALLEGATO

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/GRADUATORIA-ELENCO-AVVOCATI-DOMICILIATARI-DI-FIDUCIA.pdf

Startupper School Academy – Startupper tra i Banchi di Scuola

Ulteriori informazioni e iscrizioni online sulla pagina dedicata

La Regione Lazio, tramite Lazio Innova, lancia una nuova edizione del Programma Startupper School Academy a.a. 22-23 con l’obiettivo di promuovere il talento, l’innovazione, l’imprenditorialità e la creatività nelle scuole e tra gli studenti del Lazio e affiancarli con un’offerta, sempre più innovativa di servizi dedicati alla crescita delle competenze e dello spirito innovativo dei giovani, necessaria per trasformare un’idea in un progetto d’impresa su tematiche trasversali proposte grazie alla collaborazione con Partner qualificati. ​

Si rivolge a:

Studenti delle classi III, IV e V degli Istituti di Istruzione Secondaria Superiore del Lazio.

Docenti delle classi III, IV e V degli Istituti di Istruzione Secondaria Superiore del Lazio.

DOMANDA E TERMINI DI PARTECIPAZIONE: Ai fini dell’adesione al programma, gli Istituti interessati devono rispettare il seguente iter:

  1. Inviare la candidatura compilando il Form online sulla pagina dedicata
  2. Scaricare la modulistica PCTO (Convenzione, Atto di Nomina e Elenco Partecipanti)
  3. Compilare, firmare e inviare la Convenzione all’indirizzo spazioattivo@pec.lazioinnova.it inserendo nell’oggetto della mail “Startupper Banchi di Scuola_Modulistica PCTO_ NOME ISTITUTO_PROVINCIA ISTITUTO”;

Entro le ore 12.00 del 15 dicembre 2022

Lazio Innova assegna le seguenti premialità:

Presenta la tua idea

Un premio di 1.500 euro, al netto delle imposte previste, verrà corrisposto da Lazio Innova all’Istituto del team primo classificato.

Prototipa la tua idea

Un premio di 1.500 euro, al netto delle imposte previste, verrà corrisposto da Lazio Innova all’Istituto del team primo classificato.

Premio STEAM

Un premio di 1.500 euro, al netto delle imposte previste, verrà corrisposto da Lazio Innova all’Istituto del team primo classificato.

DIGITAL CONTAMINATION LAB

DIGITAL CONTAMINATION LAB è un percorso creato da Lazio Innova in collaborazione con Università degli studi della TusciaUniversità degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Dipartimento di Management e impresa della Facoltà di Economia dell’Università La SapienzaCentro Interdipartimentale Sapienza Design ResearchAccademia delle Belle Arti di Frosinone e ISIA Roma Design, destinato a studenti universitari, laureati, ricercatori, docenti, creativi, designer, professionisti, startupper per sviluppare idee e progetti imprenditoriali innovativi in appositi gruppi di lavoro multidisciplinari.

Lazio Innova e le Università aderenti intendono promuovere l’incontro e la contaminazione tra idee e competenze diverse, allo scopo di generare le condizioni ideali per lo sviluppo di progetti innovativi a vocazione imprenditoriale nel territorio laziale, con particolare riferimento ai seguenti settori: Transizione Digitale, Transizione Ecologica, Cultura e Turismo.

OBIETTIVI SPECIFICI

  • aiutare i partecipanti ad acquisire le capacità necessarie ad elaborare un progetto innovativo d’impresa
  • comprenderne il potenziale di mercato
  • svilupparlo e presentarlo in modo efficace a potenziali investitori.

DESTINATARI

  1. studenti che alla data di scadenza del bando siano iscritti a un corso di laurea triennale o magistrale o a ciclo unico interessati a partecipare a un percorso formativo innovativo;
  2. laureati che abbiano conseguito da non più di 24 mesi il titolo di laurea (triennale, magistrale o a ciclo unico) o dottorato o master interessati a partecipare a un percorso formativo innovativo;
  3. docenti e ricercatori (anche borsisti) interessati a mettere a disposizione le proprie competenze in team multidisciplinari per lo sviluppo di progetti innovativi;
  4. startupper, creativi, professionisti che hanno idee e/o progetti innovativi da proporre e sviluppare in team multidisciplinari.

Il PERCORSO

I partecipanti ammessi seguiranno un percorso in modalità digitale per una durata complessiva di 60 ore per un impegno di circa 1 gg a settimana, che prevede le seguenti fasi:

  • Zagathon – 3 settimane di co-design partendo dalla fase di education e contamination (Team Building), coprogettazione delle soluzioni e definizione del proof of concept (POC) – creazione di gruppi di lavoro multidisciplinari
  • Canvas – 1 settimana per la definizione del business model canvas e la pianificazione economica finanziaria
  • Prototyping/Execution – 1 settimana per l’ingegnerizzazione dei prodotti/servizi (modulo che potrà prevedere, ove necessario, delle giornate di prototipazione presso i Fab Lab di Ferentino, Viterbo e Zagarolo)
  • Pitching – 1 settimana per la preparazione della presentazione dell’idea di business (pitching)
  • DigiLab Day – giornata finale di presentazione dei progetti e assegnazione dei Premi previsti.

·         Al termine del percorso, Lazio Innova mette in palio un premio da 5.000 euro per il miglior Team e Progetto elaborato, un premio da 3.000 euro e uno da 2.000 per il secondo e terzo classificato ai sensi del Regolamento (allegato 1).

PRESENTAZIONE DOMANDELe domande potranno essere inviate fino alle ore 17.00 del 15 novembre 2022 attraverso il formulario online disponibile QUI

CONSERVAZIONE E PROMOZIONE DELLA STORIA E CULTURA DELLE DONNE, SOSTEGNO DELLA LIBERTÀ FEMMINILE, PREVENZIONE E CONTRASTO ALLE DISCRIMINAZIONI DI GENERE

https://www.regione.lazio.it/documenti/78818

Con questa finalità la Regione Lazio ha approvato l’avviso pubblico che prevede un contributo economico in favore delle Associazioni in possesso dei requisiti previsti dall’art. 72, comma 2 della legge regionale n.7 del 22/10/2018, e dalle leggi regionali di riferimento, come di seguito riportati:

a. finalità statutaria prioritaria nella promozione della libertà femminile, della prevenzione e del contrasto alle discriminazioni e alla violenza di genere;

b. iscrizione agli albi e registri regionali del volontariato, della promozione o della cooperazione sociale o iscritte all’anagrafe delle ONLUS presso l’Agenzia delle entrate ovvero essere iscritte al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS);

c. attestazione di almeno cinque anni di attività, corredata di documentazione relativa alle finalità cui alla lettera a);

d. una o più sedi di svolgimento di attività culturali ed erogazione di servizi gratuiti alla comunità di riferimento della Regione Lazio, relativi alle finalità di cui alla lettera a).

Non sono ammessi i soggetti che, nell’anno in corso, siano risultati beneficiari di altri contributi da parte della Regione Lazio nell’ambito dei settori sopraelencati, in riferimento alle medesime tipologie di spesa.

Le Associazioni che intendono partecipare all’avviso pubblico in oggetto dovranno presentare progetti attivabili nell’ambito delle seguenti attività:

  • Misura n. 1: Attività di valorizzazione dei luoghi della memoria delle donne, che potranno essere realizzate avvalendosi di iniziative artistiche e creative di vario genere, attraverso l’organizzazione di eventi, manifestazioni, spettacoli etc., che diano ampia diffusione alla storia e alla cultura delle donne;
  • Misura n. 2: Attività volte a valorizzare il ruolo delle donne nella società contemporanea e nella lotta alle discriminazioni, alla violenza e alle disparità tra generi;
  • Misura n. 3: Progetti volti a individuare luoghi di incontro in cui promuovere il confronto sulla storia e la cultura delle donne nell’azione di sostegno della libertà femminile, della prevenzione e del contrasto alle discriminazioni di genere, nonché del benessere delle donne;
  • Misura n. 4: Progetti di promozione della parità e dell’uguaglianza tra i generi e di promozione alla lotta alla violenza degli uomini sulle donne.

Saranno particolarmente valorizzati quei progetti che, nel raggiungimento degli obiettivi di cui al presente articolo, abbiano caratteristiche di innovazione e creatività, sia nei contenuti, sia nel ricorso a strumenti attuativi, con particolare riferimento alle tecnologie digitali.

SCADENZA: 21 NOVEMBRE 2022

Le domande devono essere presentate dal soggetto proponente esclusivamente in forma singola. Non è prevista la partecipazione in forma ATS. I soggetti proponenti possono presentare un solo progetto.

Le risorse stanziate dalla Regione Lazio per il presente avviso sono pari a €. 151.000,00 e sono disponibili nel bilancio Regionale esercizio finanziario 2022. Il contributo a copertura dell’80% dell’intero importo di progetto è pari ad un massimo di 20.000 Euro, mentre il restante 20% sarà a carico del soggetto destinatario proponente. I progetti dovranno essere attuati entro 12 mesi dalla data di sottoscrizione dell’atto di accettazione del contributo.

La domanda dovrà essere predisposta a pena di inammissibilità utilizzando la modulistica allegata al presente avviso. La domanda e gli allegati, con allegata la fotocopia, debitamente sottoscritta, del documento di identità, in corso di validità, del rappresentante legale del soggetto proponente, dovranno essere inviati tramite PEC all’indirizzo: pariopportunita@regione.lazio.legalmail.it.

La PEC utilizzata deve essere del soggetto proponente o del rappresentante legale dello stesso. Le domande dovranno pervenire, all’indirizzo PEC sopra indicato, entro le ore 12.00 del 21 novembre 2022. Nell’oggetto della PEC dovrà essere indicato: Avviso Pubblico “Azioni per la conservazione e promozione della storia e cultura delle donne, per il sostegno della libertà femminile e della prevenzione e contrasto alle discriminazioni di genere”.

Contatti: Per informazione e richieste di chiarimento si può contattare la Dott.ssa Maria Pina Egidi tramite indirizzo mail: megidi@regione.lazio.it.

OPPORTUNITA’ DI LAVORO

AVVIAMENTO AL LAVORO PER I DISABILI, AFFERENTI AGLI AMBITI TERRITORIALI DELLA PROVINCIA DI FROSINONE E LATINA, ATTRAVERSO LA FORMAZIONE DI UBNA GRADUATORIA PRESSO I DATORI DI LAVORO PUBBLICI (43 NELLA PROVINCIA DI FROSINONE E 4 NELLA PROVINCIA DI LATINA).

APPROVAZIONE AVVISO PUBBLICO E RELATIVI ALLEGATI

NEL FILE ALLEGATO SONO COMPRESI LA DETERMINA, L’AVVISO E I FAC SIMILE DI DOMANDE

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/AVVIAMENTO-LAVORO-DISABILI-FROSINONE-E-LATINA.pdf

Concorso Ministero Giustizia Funzionari Giuridico Pedagogici 2022: 104 posti

https://www.giustizia.it/giustizia/page/it/funzionario_giuridico_pedagogico__18_ottobre_2022__concorso_per_esami_a_104_postisce399720?contentId=SCE399720&previsiousPage=mg_1_6

Il Ministero della Giustizia ha indetto il concorso per 104 funzionari giuridico – pedagogici 2022 nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria (DAP).

I vincitori della selezione saranno assunti a tempo indeterminato – III Area funzionale – fascia retributiva F1. La selezione è rivolta a laureati.Sarà possibile presentare la domanda di ammissione entro il 24 novembre 2022.

Le sedi di assegnazione del personale da immettere in servizio saranno individuate in relazione alle esigenze organizzative ed operative degli istituti penitenziari. I candidati sceglieranno la sede di assegnazione secondo l’ordine della graduatoria finale, fatta salva la priorità di cui all’art. 21 della legge n. 104/1992. Il personale assunto dovrà permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a 5 anni.

EURES Italy per l’Employers’ Day 2022

https://www.regione.lazio.it/notizie/lavoro/eures-italy-employers-day-2022

Per riqualificare, aggiornare e ridefinire le competenze specifiche di giovani, donne e persone in cerca di lavoro e occupate a partire dai settori come turismo, edilizia e digitale

La rete EURES Lazio informa che il giorno 15 novembre  2022, si svolgerà l’evento di reclutamento on line denominato EURES Italy per l’Employers’ Day 2022 , dedicato  alle Imprese italiane e ai Servizi per l’Impiego che  ricercano  personale nei settori ICT, Edilizia, Turismo, Lavori verdi, Meccatronica e Meccanica, Salute, Agricoltura, Logistica  in Italia e in tutta Europa.

Per visitare la pagina dell’evento ed effettuare la registrazione (aziende e candidati):  European Job Day   

Formazione: al via Lazio Academy, percorsi per superare gap competenze tra domanda e Offerta di Lavoro

Al via Lazio Academy, una rete composta da agenzie formative, imprese, enti bilaterali ove accreditati, con capacità formativa specifica nella filiera, ITS (Istituti tecnici superiori), scuole professionali, che propongono percorsi di formazione per riqualificare, aggiornare e ridefinire le competenze specifiche di giovani, donne e persone in cerca di lavoro e occupate a partire dai settori come turismo, edilizia e digitale.

“Le Lazio Academy, con un investimento di 10 milioni di euro del FSE+, sulla base di un apposito bando che sarà pubblicato a novembre, sono uno strumento per avere una formazione mirata all’inserimento lavorativo con contratto a tempo indeterminato, compreso l’apprendistato, e per ridurre il gap tra le competenze possedute e le competenze richieste dal mercato del lavoro che è in continuo cambiamento e ha bisogno di figure professionali sempre più specializzate.

Qualifichiamo in questo modo il sistema formativo regionale e incentiviamo la proattività del tessuto delle medie imprese ma soprattutto piccole e piccolissime imprese, costituendo veri e propri hub di competenze per garantire una formazione mirata ai fabbisogni produttivi e competere con le aziende di grandi dimensioni.

Per le persone disoccupate o inoccupate è prevista un’indennità per la partecipazione alle attività formative fino a 800 euro mensile.

Farmacap di Roma: concorso per 20 farmacisti

http://www.farmacap.info/index.php/amministrazione-trasparente/40-bandi-di-concorso

L’Azienda Speciale Farmasociosanitaria Capitolina – Farmacap di Roma (Lazio) ha pubblicato un bando di concorso finalizzato a formare una graduatoria per l’assunzione di 20 farmacisti collaboratori.

In particolare, 10 farmacisti saranno impiegati a tempo indeterminato e ulteriori 10 verranno inseriti a tempo determinato.

Le candidature andranno presentate entro il 21 novembre 2022. 

Equivalenza titoli universitari professioni sanitarie

https://www.regione.lazio.it/documenti/78864

CLICCANDO SUL LINK SOPRASTANTE SI POTRA’ VISUALIZZARE L’AVVISO E LA RELATIVA MODULISTICA

Pubblicato sul BURL n. 88 del 25/10/2022 l’avviso per la presentazione delle domande di riconoscimento dell’equivalenza dei titoli del pregresso ordinamento al titolo universitario alle odierne lauree di Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, Assistente sanitario, Infermiere, Infermiere pediatrico e Ostetrica/o.

La domanda di riconoscimento dell’equivalenza dovrà essere redatta secondo lo schema allegato all’avviso, apponendo una marca da bollo da € 16,00 ed inviata entro il 24 dicembre 2022, via pec all’indirizzo: arearisorseumanessr@regione.lazio.legalmail.it

Concorso Agenzia Cybersicurezza Nazionale 2022 per 60 diplomati, coordinatori ICT, Bando

https://www.acn.gov.it/lavora-con-noi

È stato indetto il concorso Agenzia Cybersicurezza Nazionale 2022 finalizzato all’assunzione di 60 diplomati, coordinatori per l’Information and Communication Technology (ICT).Le risorse selezionate verranno impiegate presso la sede di Roma, mediante contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Sarà possibile presentare la domanda di ammissione entro il 28 novembre 2022. 

Concorsi Vigili del Fuoco 2022 per 12 vice direttori tecnico – scientifici (biologi, psicologi e chimici)

https://www.vigilfuoco.it/aspx/concorsi.aspx

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato tre concorsi per l’accesso alla qualifica di vice direttori tecnico – scientifici del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Si reclutano in totale 12 risorse, da ripartire negli ambiti professionali di biologia, psicologia e chimica. Le selezioni sono rivolte a laureati.

Le candidature dovranno essere trasmesse entro il 28 novembre 2022.

Concorsi Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali: 3 assunzioni

https://www.fondazionescuolapatrimonio.it/categoria/avvisi-personale-consulenti-collaboratori/

Nuove possibilità di lavoro a Roma (Lazio) per grazie ai concorsi indetti dalla Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività Culturali.

Si prevede, infatti, l’assunzione di 3 risorse in vari ambiti mediante contratto a tempo indeterminato.

Le candidature andranno trasmesse entro il giorno 11 novembre 2022. 

Agenzia Nazionale Servizi Sanitari Regionali (AGENAS): concorso per 7 ingegneri informatici

https://www.agenas.gov.it/bandi-di-concorso/bandi-di-concorso-attivi

L’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS) ha indetto un concorso per collaboratori tecnici professionali – ingegneri informatici, categoria D.

La selezione pubblica è rivolta a laureati ed è finalizzata alla copertura di 7 posti di lavoro a tempo indeterminato.

Per candidarsi c’è tempo fino al 20 novembre 2022. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *