PROVVEDIMENTI REGIONALI – BANDI

MISE – Contributi per HoReCa, eventi, bar e piscine – Contributi a sostegno dei settori del “wedding”, dell’intrattenimento e dell’organizzazione di cerimonie, dell’HORECA, dei bar e delle piscine

https://www.mise.gov.it/it/incentivi/contributi-per-wedding-intrattenimento-cerimonie-e-horeca

Presentazione domande: Dal 22 novembre al 6 dicembre 2022 le domande all’Agenzia delle entrate per i contributi destinati a ristoranti, bar, piscine e catering.

 Il decreto interministeriale 19 agosto 2022 ha infatti previsto un nuovo stanziamento di risorse per l’anno 2022, pari a 40 milioni di euro, a favore delle imprese operanti in ulteriori settori “in difficoltà”, individuati dal decreto- legge 27 gennaio 2022, n. 4, (articolo 3, comma 2; il decreto è stato poi convertito dalla legge 28 marzo 2022, n. 25).

Per l’anno 2022 le risorse finanziarie disponibili sono pari a 40 milioni e sono destinate, ai sensi del decreto interministeriale 19 agosto 2022, a favore delle imprese operanti in ulteriori settori “in difficoltà”, individuati in specifici codici della classificazione delle attività economiche ATECO 2007:

56.10 – Ristoranti e attività di ristorazione mobile;

56.21 – Fornitura di pasti preparati (catering per eventi);

56.30 – Bar e altri esercizi simili senza cucina;

93.11.2 – Gestione di piscine;

96.09.05 – Organizzazione di feste e cerimonie.

Per l’accesso al contributo 2022 è necessario che le imprese abbiano subito nel 2021 una riduzione dei ricavi non inferiore al 40% rispetto ai ricavi del 2019. Per le imprese costituite nel 2020, in luogo dei ricavi, la riduzione deve far riferimento all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dei mesi del 2020 successivi a quello di apertura della partita IVA rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del 2021.

Le agevolazioni: Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo a fondo perduto, ai sensi e nel rispetto dei limiti e delle condizioni previsti dalla Sezione 3.1 del Quadro Temporaneo degli aiuti COVID-19 ovvero, successivamente al periodo di vigenza dello stesso, ai sensi e nel rispetto del regolamento de minimis.

Per il contributo 2022 le risorse sono ripartite tra le imprese in possesso dei requisiti secondo le seguenti modalità:

  1. il 70% di ciascuna assegnazione è ugualmente ripartito tra tutte le imprese istanti ammissibili
  2. il 20% per cento di ciascuna assegnazione è ripartito, in via aggiuntiva rispetto all’assegnazione di cui alla lettera a), tra tutte le imprese istanti ammissibili che presentano un ammontare dei ricavi superiore a euro 400.000,00
  3. il restante 10% di ciascuna assegnazione è ripartito, in via aggiuntiva rispetto alle assegnazioni di cui alle lettere a) e b), tra tutte le imprese istanti ammissibili che presentano un ammontare dei ricavi superiore a 1 milione di euro.

Termini e modalità di presentazione delle istanze: Le istanze di accesso al contributo devono essere presentate esclusivamente per via telematica all’Agenzia delle entrate competente per l’erogazione del beneficio che viene corrisposto mediante accreditamento diretto sul conto corrente bancario o postale indicato dal richiedente nell’istanza.

I termini e le modalità di presentazione della domanda sono stati individuati con il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate 8 giugno 2022, che ha definito anche la relativa modulistica di accesso al contributo per l’annualità 2021.

Per la dotazione 2022 la trasmissione dell’istanza è prevista dal 22 novembre al 6 dicembre 2022

MISE – Accordi per l’innovazione – Secondo sportello – Progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale

https://www.mise.gov.it/it/incentivi/accordi-per-linnovazione-secondo-sportello

Presentazione domande dal 31 gennaio 2023

A chi si rivolge: Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di qualsiasi dimensione, con almeno due bilanci approvati, che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane o di servizi all’industria (attività di cui all’art. 2195 del codice civile, numeri 1, 3 e 5) nonché attività di ricerca.

Le imprese proponenti possono presentare progetti anche in forma congiunta tra loro, fino a un massimo di cinque soggetti co-proponenti. Possono essere soggetti co-proponenti di un progetto congiunto anche gli Organismi di ricerca e, limitatamente ai progetti afferenti alle linee di intervento “Sistemi alimentari”, “Sistemi di bioinnovazione nella bioeconomia dell’Unione” e “Sistemi circolari”, anche le imprese agricole che esercitano le attività di cui all’art. 2135 c.c.

Un soggetto proponente può presentare una sola domanda di agevolazione in qualità di singolo proponente o in qualità di soggetto capofila di un progetto congiunto.

Cosa finanzia: Progetti riguardanti attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali (KETs) nell’ambito delle seguenti aree di intervento riconducibili al secondo Pilastro del Programma quadro di ricerca e innovazione “Orizzonte Europa”, di cui al Regolamento (UE) 2021/695 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 aprile 2021:

  • Tecnologie di fabbricazione
  • Tecnologie digitali fondamentali, comprese le tecnologie quantistiche
  • Tecnologie abilitanti emergenti
  • Materiali avanzati
  • Intelligenza artificiale e robotica
  • Industrie circolari
  • Industria pulita a basse emissioni di carbonio
  • Malattie rare e non trasmissibili
  • Impianti industriali nella transizione energetica
  • Competitività industriale nel settore dei trasporti
  • Mobilità e trasporti puliti, sicuri e accessibili
  • Mobilità intelligente
  • Stoccaggio dell’energia
  • Sistemi alimentari
  • Sistemi di bioinnovazione nella bioeconomia dell’Unione
  • Sistemi circolari

I progetti di ricerca e sviluppo devono prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a 5 milioni di euro, avere una durata non superiore a 36 mesi ed essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazioni al Ministero.

Agevolazioni concedibili

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo diretto alla spesa e, eventualmente, del finanziamento agevolato a valere sulle risorse messe a disposizione dalle amministrazioni sottoscrittrici dell’Accordo per l’innovazione, nel rispetto dei seguenti limiti e criteri:

  • il limite massimo dell’intensità d’aiuto delle agevolazioni concedibili è pari al 50% dei costi ammissibili di ricerca industriale e al 25% dei costi ammissibili di sviluppo sperimentale;
  • il finanziamento agevolato, qualora richiesto, è concedibile esclusivamente alle imprese, nel limite del 20% del totale dei costi ammissibili di progetto.

Come funziona

Ai fini dell’accesso alle agevolazioni previste dal decreto ministeriale 31 dicembre 2021 è necessario che sia definito l’Accordo per l’innovazione tra il Ministero dello sviluppo economico, i soggetti proponenti e le eventuali amministrazioni pubbliche interessate al cofinanziamento dell’iniziativa.

Per l’attivazione della procedura negoziale diretta alla definizione dell’Accordo per l’innovazione i soggetti proponenti devono presentare al Ministero dello sviluppo economico la domanda di agevolazioni corredata della scheda tecnica, del piano di sviluppo del progetto e, nel caso di progetto proposto congiuntamente da più soggetti, del contratto di collaborazione.

La procedura di compilazione della domanda di agevolazione e della ulteriore documentazione allegata è resa disponibile nel sito internet del Soggetto gestore a partire dal 17 gennaio 2023.

Per maggiori informazioni: Per l’accesso alla piattaforma e per la presentazione delle domande di agevolazione:

  • utilizzare la procedura disponibile nel sito internet del Soggetto gestore (https://fondocrescitasostenibile.mcc.it) per la presentazione delle proposte progettuali a valere sull’intervento “Decreto ministeriale 31 dicembre 2021 – Accordi per l’innovazione”
  • utilizzare l’indirizzo info_domandefcs@mcc.it per informazioni sulla presentazione dei progetti.

MISE – Promozione marchi collettivi e di certificazione

https://www.mise.gov.it/it/incentivi/promozione-marchi-collettivi-e-di-certificazione

Presentazione domande dal 22 novembre al 22 dicembre 2022.

Cos’è: Il Bando Marchi Collettivi 2022 sostiene le attività di promozione all’estero di marchi collettivi e di certificazione.

La misura è promossa dal Ministero e gestita da Unioncamere.

A chi si rivolge

  • Associazioni rappresentative delle categorie produttive
  • consorzi di tutela di cui all’art. 53 della legge 24 aprile 1998, n.128
  • altri organismi di tipo associativo o cooperativo.

Cosa finanzia: Le agevolazioni sono concesse a fronte di iniziative di promozione all’estero del marchio collettivo o di certificazione. Tali iniziative devono comprendere la realizzazione di almeno due tra le seguenti attività:

Fiere e saloni internazionali

Eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali

Incontri bilaterali con associazioni estere

Seminari in italia con operatori esteri e all’estero

Azioni di comunicazione sul mercato estero, anche attraverso gdo e canali on-line

Creazione di comunità virtuali a supporto del marchio.

L’importo massimo dell’agevolazione in favore di ciascun soggetto beneficiario non può superare 150 mila euro.

Risorse: Le risorse finanziarie disponibili ammontano a circa 2,5 milioni di euro.

Termini presentazione domande Le domande possono essere presentate al soggetto gestore, Unioncamere, dal 22 novembre al 22 dicembre 2022.

MISE : Accordi per l’innovazione – Secondo sportello

Progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale

https://www.mise.gov.it/it/incentivi/accordi-per-linnovazione-secondo-sportello

Presentazione domande dal 31 gennaio 2023

A chi si rivolge: Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di qualsiasi dimensione, con almeno due bilanci approvati, che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane o di servizi all’industria (attività di cui all’art. 2195 del codice civile, numeri 1, 3 e 5) nonché attività di ricerca.

Le imprese proponenti possono presentare progetti anche in forma congiunta tra loro, fino a un massimo di cinque soggetti co-proponenti. Possono essere soggetti co-proponenti di un progetto congiunto anche gli Organismi di ricerca e, limitatamente ai progetti afferenti alle linee di intervento “Sistemi alimentari”, “Sistemi di bioinnovazione nella bioeconomia dell’Unione” e “Sistemi circolari”, anche le imprese agricole che esercitano le attività di cui all’art. 2135 c.c.

Un soggetto proponente può presentare una sola domanda di agevolazione in qualità di singolo proponente o in qualità di soggetto capofila di un progetto congiunto.

Cosa finanzia: Progetti riguardanti attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali (KETs) nell’ambito delle seguenti aree di intervento riconducibili al secondo Pilastro del Programma quadro di ricerca e innovazione “Orizzonte Europa”, di cui al Regolamento (UE) 2021/695 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 aprile 2021:

  • Tecnologie di fabbricazione
  • Tecnologie digitali fondamentali, comprese le tecnologie quantistiche
  • Tecnologie abilitanti emergenti
  • Materiali avanzati
  • Intelligenza artificiale e robotica
  • Industrie circolari
  • Industria pulita a basse emissioni di carbonio
  • Malattie rare e non trasmissibili
  • Impianti industriali nella transizione energetica
  • Competitività industriale nel settore dei trasporti
  • Mobilità e trasporti puliti, sicuri e accessibili
  • Mobilità intelligente
  • Stoccaggio dell’energia
  • Sistemi alimentari
  • Sistemi di bioinnovazione nella bioeconomia dell’Unione
  • Sistemi circolari

I progetti di ricerca e sviluppo devono prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a 5 milioni di euro, avere una durata non superiore a 36 mesi ed essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazioni al Ministero.

Agevolazioni concedibili: Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo diretto alla spesa e, eventualmente, del finanziamento agevolato a valere sulle risorse messe a disposizione dalle amministrazioni sottoscrittrici dell’Accordo per l’innovazione, nel rispetto dei seguenti limiti e criteri:

  • il limite massimo dell’intensità d’aiuto delle agevolazioni concedibili è pari al 50% dei costi ammissibili di ricerca industriale e al 25% dei costi ammissibili di sviluppo sperimentale;
  • il finanziamento agevolato, qualora richiesto, è concedibile esclusivamente alle imprese, nel limite del 20% del totale dei costi ammissibili di progetto.

Novità: Le domande presentate nello stesso giorno sono considerate come pervenute nello stesso istante, indipendentemente dall’ora e dal minuto di presentazione.

Nel caso in cui le risorse a disposizione non consentano l’accoglimento integrale delle domande presentate nello stesso giorno, quest’ultime sono ammesse in istruttoria, in base alla posizione assunta in una specifica graduatoria di merito, predisposta tenendo conto del punteggio determinato dalla somma dei punteggi degli indicatori, riportati in appendice “A” al provvedimento direttoriale.

Dalle ore 10.00 del giorno 31 gennaio 2023 le imprese possono presentare, anche in forma congiunta, le domande di agevolazione per progetti riguardanti attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale d’importo superiore a 5 milioni di euro.

La procedura di compilazione della domanda di agevolazione e della ulteriore documentazione allegata è resa disponibile nel sito internet del Soggetto gestore a partire dal 17 gennaio 2023.

Mise – Settore automotive. Presentazione nuove domande

https://www.mise.gov.it/it/normativa/decreti-direttoriali/decreto-direttoriale-10-ottobre-2022-accordi-per-linnovazione-nella-filiera-del-settore-automotive-presentazione-domande

Progetti di ricerca e sviluppo nel settore automotive: domande a partire dal 29 novembre 2022

Con il decreto direttoriale 10 ottobre 2022 sono stati definiti i termini e le modalità di presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni e delle domande di agevolazione sugli Accordi per l’innovazione nella filiera del settore automotive.

Lo stanziamento di 225 milioni di euro è diretto al sostegno di:


1) progetti di ricerca e sviluppo, coerenti con le finalità indicate all’art. 3 del decreto direttoriale, oggetto di domande di agevolazione già presentate sul primo sportello agevolativo, di cui al decreto 31 dicembre 2021 e non ammesse alla fase istruttoria per carenza di risorse;
2) nuovi progetti di ricerca e sviluppo, coerenti anch’essi con le finalità indicate all’art. 3 del decreto.

Il soggetto proponente un nuovo progetto di ricerca e sviluppo può presentare, invece, la domanda di agevolazione, in via esclusivamente telematica, dalle ore 10.00 alle ore 18.00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 29 novembre 2022, utilizzando la procedura ed i modelli disponibili nel sito internet del Soggetto gestore (https://fondocrescitasostenibile.mcc.it).
La procedura di compilazione della domanda di agevolazione e della ulteriore documentazione allegata è resa disponibile nel sito internet del Soggetto gestore a partire dal 22 novembre 2022.

Deliberazione 3 novembre 2022, n. 960 PR FESR Lazio 2021-2027 – Obiettivo strategico 1 “Un’Europa più competitiva e intelligente”, Obiettivo specifico 1.I “Sviluppare e rafforzare le capacità di ricerca e di innovazione e l’introduzione di tecnologie avanzate” – Criteri e modalità generali per la concessione di Contributi a fondo perduto per la realizzazione di Progetti di investimento per l’avviamento o il potenziamento di infrastrutture per la ricerca.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/CONTRIBUTI-INVESTIMENTO-INFRASTRUTTURE-RICERCA.pdf

Vedere file allegato

SI TRATTA DI UN’INFORMATIVA. L’AVVISO DEVE ANCORA USCIRE

E’ stato deliberato

– di approvare l’allegato I, relativo all’avviso pubblico “Infrastrutture aperte per la ricerca 2022”, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, con uno stanziamento di € 20.000.000,00 a valere sull’ Obiettivo Specifico 1.1 “Sviluppare e rafforzare le capacità di ricerca e di innovazione e l’introduzione di tecnologie avanzate”, del PR FESR 2021- 2027.

– di affidare a Lazio Innova S.p.A., in qualità di Organismo Intermedio ai sensi della sopra citata deliberazione n. 24/2022, la gestione degli interventi in attuazione del presente atto;

– di procedere alla prenotazione di impegno di spesa per l’importo complessivo di € 20.000.000,00, quale dotazione finanziaria dell’Avviso Pubblico “Infrastrutture aperte per la ricerca 2022”, a valere sul PR FESR 2021-2027 – Missione 14, Programma 05 PCF 2.03.01.02, in favore di Lazio Innova S.p.A., esercizio finanziario 2022

L’aiuto riguarda gli investimenti materiali ed immateriali per laboratori, macchinari ed attrezzature, le cui tariffe di accesso, insieme ai ricavi per altri servizi di ricerca connessi che il beneficiario sarà in grado di offrire, devono garantire la sostenibilità economica e finanziaria dell’investimento.

L’investimento agevolato non deve risultare inferiore a 2 milioni di euro, deve essere concretamente avviato entro 9 mesi dalla data di concessione del contributo (50% di impegni giuridicamente vincolanti o, per i soggetti tenuti, procedure di gara pubblicate per tale importo) ed essere completamente realizzato, pagato e funzionante entro 30 mesi dalla medesima data di concessione.

Il contributo L’agevolazione è un contributo a fondo perduto pari al 50% del totale delle spese ammissibili ed effettivamente sostenute, ed è un aiuto di Stato concesso ai sensi dell’art. 26 del Reg. (UE) 651/2014, quindi, indipendentemente dalla natura (pubblica o privata) e dalla dimensione dei soggetti beneficiari (incluse le grandi imprese), ma a condizione che l’accesso all’infrastruttura e ai servizi connessi sia aperto a più utenti imprese e offerto in modo trasparente e non discriminatorio (attività economica).

Tuttavia nel caso di beneficiari che sono organismi di ricerca e diffusione della conoscenza, l’uso dell’Infrastruttura di Ricerca può essere destinato a svolgere attività non economica, vale a dire di ricerca indipendente (non commissionata dalle imprese e i cui risultati sono pubblici), nella misura massima del 30%, e una quota corrispondente degli investimenti può essere sovvenzionata al 100% non avendo natura di aiuto di Stato.

Ciascun progetto può avere un contributo massimo di 3 milioni di euro.

Beneficiari I beneficiari sono soggetti di natura privata o pubblico privata, aventi qualsiasi forma giuridica che sia compatibile con la proprietà degli investimenti agevolati (ad esempio: società, reti o consorzi dotati di personalità giuridica e proprio patrimonio) e con lo svolgimento in via prevalente di attività economiche di ricerca, di trasferimento tecnologico e relativa assistenza. Sono ammissibili aggregazioni prive di patrimonio solo se tra Enti Pubblici e a condizione che abbiano la piena disponibilità degli investimenti agevolati ed assicurino la stabilità necessaria per garantire nel tempo la gestione unitaria dell’infrastruttura e il suo carattere aperto.

Deliberazione 3 novembre 2022, n. 962 PR FESR Lazio 2021-2027 – Obiettivo strategico 1 “Un’Europa più competitiva e intelligente”, Obiettivo specifico 1.2 “Permettere ai cittadini, alle imprese e alle amministrazioni pubbliche di cogliere i vantaggi della digitalizzazione” – Criteri e modalità generali per la concessione di Voucher per la realizzazione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/VOUCHER-DIGITALIZZAZIONE-PMI.pdf

Vedere file allegato

SI TRATTA DI UN’INFORMATIVA. L’AVVISO DEVE ANCORA USCIRE

E’ STATO DELIBERATO:

· di approvare l’allegato I “Voucher per la digitalizzazione delle imprese”, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, con uno stanziamento di € 5.000.000,00 a valere sull’ Obiettivo Specifico 1.2 “Permettere ai cittadini, alle imprese e alle amministrazioni pubbliche di cogliere i vantaggi della digitalizzazione”, del PR FESR 2021-2027;

· di affidare a Lazio Innova S.p.A., in qualità di Organismo Intermedio ai sensi della sopra citata deliberazione n. 24/2022, la gestione degli interventi in attuazione del presente atto;

· di procedere alla prenotazione di impegno di spesa di € 5.000.000,00, quale dotazione finanziaria dell’Avviso pubblico “Voucher per la digitalizzazione delle imprese”, a valere sul PR FESR 2021-2027 – Missione 14, Programma 05 PCF 2.03.01.02, in favore di Lazio Innova S.p.A., esercizio finanziario 2022

DOTAZIONE FINANZIARIA euro 5.000.000

Obiettivo Supportare le imprese nell’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali attraverso l’utilizzo di servizi e di soluzioni ICT che consentano di migliorare l’efficienza e modernizzare l’organizzazione aziendale nei seguenti ambiti:

1. DIGITAL COMMERCE & MARKETING Adozione di canali digitali per le attività di marketing, commercializzazione, fidelizzazione e servizi di supporto post-vendita (es. piattaforme di supporto e gestione dei clienti, di campagne pubblicitarie/promozionali sui canali digitali, integrazione con provider di logistica)

2. CYBER SECURITY processi e tecnologie finalizzate a proteggere le risorse informatiche (es. sistemi e servizi per la sicurezza della rete aziendale, per la sicurezza dei dati, per la gestione delle vulnerabilità, per la gestione del governo, del rischio e della compliance)

3. CLOUD COMPUTING Insieme di servizi infrastrutturali IT forniti da remoto attraverso l’utilizzo di tecnologie Internet (es. servizi di calcolo, di rete, di archiviazione e database, di strumenti di sviluppo e di test, servizi di gestione e amministrazione di risorse cloud, di identità e sicurezza)

4. DIGITAL WORKPLACE Adozione di tecnologie di utilizzo individuale che consentono modalità di lavoro distribuite geograficamente e in mobilità, consentendo un’efficace collaborazione, comunicazione e produttività (es. postazioni che garantiscono adeguate prestazioni di lavoro flessibile e da remoto, sistemi di comunicazione digitale, sistemi per la gestione dei documenti digitali)

Destinatari I destinatari degli Aiuti sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, in forma singola, inclusi i Liberi Professionisti titolari di partita IVA, con sede Operativa nel territorio della Regione Lazio.

Soglie del contributo Gli interventi realizzabili per ciascun ambito (1, 2, 3 e 4) sono tra loro cumulabili entro un contributo massimo di 35.000 €.

È inoltre ammissibile il servizio di DIAGNOSI DIGITALE inteso come un’approfondita valutazione – effettuata da un esperto – del grado di maturazione dell’impresa sotto il profilo della digitalizzazione dei processi e dei prodotti, con relativa mappatura dettagliata (comprensiva delle dotazioni hardware e software). La diagnosi deve delineare i possibili interventi, anche alternativi o sequenziali, con la stima dei tempi e dei costi e l’identificazione, ove rilevanti, delle condizioni di contorno.

La diagnosi digitale è ammissibile al contributo solo se abbinata ad un investimento in almeno uno dei quattro ambiti.

Avviso Pubblico – Determinazione n. G15982 del 18/11/2022

Attuazione della D.G.R. 956/2022 “L.R. 17 giugno 2020, n. 3, “Interventi di prevenzione e sostegno in materia di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti” – Istituzione, nell’ambito della “Piattaforma digitale regionale dati”, della sezione “Revenge porn”, recante le informazioni utili per le vittime del reato di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti, nonché del numero verde a loro dedicato ed attuazione dell’art. 3 (Misure di sostegno). Approvazione Avviso pubblico “Interventi di prevenzione e sostegno in materia di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti”. Perfezionamento di prenotazione di impegno di spesa n. 63444/2022 per € 50.000,00 sul capitolo U0000F21915 e n. 63445/2022 per € 100.000,00 sul capitolo U0000F21914 in favore di creditori diversi (codice creditore 3805). Esercizio Finanziario 2022.

https://www.regione.lazio.it/documenti/79115

Nel dettaglio, la misura prevede l’attivazione di specifici progetti e interventi in favore degli studenti ma rivolti anche a docenti e genitori, per la diffusione di una cultura diretta all’acquisizione di capacità relazionali, attraverso specifici percorsi di educazione all’affettività.

Tali attività, collegate alla prevenzione della diffusione di detto materiale senza il consenso di coloro che compaiono nelle immagini, dovranno essere realizzate anche in collaborazione con i soggetti del terzo settore che abbiano tra i loro scopi la prevenzione del fenomeno e il sostegno alle persone vittime.

L’intervento, i cui risultati finali dovranno, come detto, ricadere prevalentemente sul target giovanile, dovrà essere realizzato prendendo in considerazione all’interno dei progetti una o più delle seguenti tipologie di attività:

  • seminari/eventi di discussione e confronto, prevedendo il coinvolgimento di esperti che contribuiscano al raggiungimento delle finalità perseguite e alimentino il dibattito e il confronto;
  • esperienze laboratoriali, che possano prevedere anche la realizzazione di prodotti multimediali utili alla diffusione del “messaggio”;
  • webinar sulle tematiche oggetto dell’avviso con la partecipazione di esperti, psicologi;
  • altre tipologie di strumenti/modalità attuative chiaramente specificati e motivati nel progetto in connessione al progetto formativo cardine.

Gli incontri/seminari dovranno avere le seguenti caratteristiche:

prevedere il coinvolgimento di 1/2 referenti che contribuiscano, grazie alla loro esperienza, al raggiungimento delle finalità perseguite ed alimentino il dibattito e il confronto;

avere una durata ricompresa fra le 2 e le 4 ore e caratterizzarsi come sessioni formative, con un coinvolgimento di un numero di allievo congruo rispetto alla disponibilità degli spazi;

garantire il coinvolgimento di non meno di 20-40 allievi.

È prevista obbligatoriamente l’adesione al progetto di una scuola secondaria di primo e secondo grado.

Il progetto, quindi consta di una proposta in cui l’Istituto scolastico stabilisce il numero di allievi che intende far partecipare, garantendo necessari criteri di omogeneità nella selezione delle classi, tali per cui vi sia adeguata predisposizione a partecipare alle attività.

I soggetti proponenti degli interventi previsti dal presente avviso sono i soggetti del Terzo settore

Ogni soggetto proponente può presentare una sola proposta progettuale e può essere membro di un solo partenariato, pena l’inammissibilità delle proposte ulteriori pervenute cronologicamente nel momento successivo alla prima candidatura, come da orario tracciato dal sistema informatico regionale per l’accesso (SIGEM).

I destinatari dei progetti finanziati con l’intervento sono gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie e studenti del sistema educativo regionale dell’istruzione e formazione professionale di cui alla legge regionale 20 aprile 2015, n. 5 (Disposizioni sul sistema educativo regionale di istruzione e formazione professionale) e successive modifiche e integrazioni.

Le risorse regionali complessive impegnate per l’intero intervento cui attiene il presente avviso sono pari a € 150.000. L’importo massimo per ciascun progetto è pari a € 10.000.

SCADENZA PRESENTAZIONE PROPOSTE: Le proposte progettuali a valere sul presente avviso pubblico potranno essere presentate dalle ore 9:00 del 24 novembre 2022 fino alle ore 17:00 del 10 gennaio 2023, salvo esaurimento delle risorse finanziarie allo scadere della prima istruttoria prevista, in tal caso sarà cura dell’amministrazione procedere alla chiusura anticipata.

Le proposte progettuali devono essere presentate, complete di tutta la documentazione allegata richiesta dal presente avviso, esclusivamente attraverso la procedura telematica accessibile dal sito https://sicer.regione.lazio.it/sigem-gestione attraverso il sistema pubblico SPID, al fine di aumentare il livello di sicurezza del sistema e in linea con le disposizioni e le modalità di accesso ad altri servizi della Pubblica Amministrazione, qui di seguito il link per la consultazione del manuale di accesso: https://www.regione.lazio.it/sites/default/files/2022-06/SIGEM_Autenticazione_SPID_ManualeUtente.pdf

ContattiPer assistenza e supporto, anche in fase di presentazione delle proposte, è possibile scrivere a revengeporn@regione.lazio.it dal giorno di pubblicazione del presente avviso e fino alla sua scadenza.

Avviso Pubblico – Determinazione n. G15984 del 18/11/2022 – Approvazione Avviso Pubblico – Candidature Premio regionale “Willy Monteiro Duarte” Edizione 2022-2023. Legge Regionale n. 14 dell’11/08/2021 art. 8 Premio Regionale Willy Monteiro Duarte. Prenotazione di impegno di spesa della somma complessiva pari ad € 50.000,00 sul capitolo U0000F11925 in favore di creditori diversi (codice creditore 3805). Missione 04, Programma 06, Piano dei Conti 1.04.01.01. Esercizio Finanziario 2022. (Codice Sigem 22094N).

https://www.regione.lazio.it/documenti/79113

Con il presente Avviso la Regione intende dare seguito quindi alla prima edizione dell’Avviso Premio annuale “Willy Monteiro Duarte” promuovendo la realizzazione di elaborati scritti, materiale audiovisivo, creazioni artistiche e prodotti musicali al fine di accrescere il grado di consapevolezza negli studenti, nei docenti e nei genitori riguardo alle manifestazione di aggressività e di violenza contro la dignità dell’essere umano, in modo da sviluppare un’adeguata modalità di intervento e di prevenzione e rafforzare le attività didattiche e di sensibilizzazione in tema di violenze di qualsiasi natura.

Oggetto e Articolazione dell’intervento Oggetto dell’Avviso è il riconoscimento di un premio ai migliori progetti a carattere educativo/formativo che devono fare riferimento all’anno scolastico 2022-2023 ed essere coerenti con il PTOF (Piano Triennale dell’Offerta Formativa) e con la progettazione formativa delle Istituzioni Scolastiche. I progetti devono essere caratterizzati da un approccio interattivo che favorisca il protagonismo degli studenti nella partecipazione e nelle proposte e dovranno esprimere in maniera chiara ed adeguata, coerente con le finalità del bando, concetti ed azioni utili a sensibilizzare gli studenti e la cittadinanza tutta contro ogni forma di aggressione e di violenza psichica, verbale, fisica e/o sessuale. Tale impostazione deve tenere conto degli aspetti giuridici, culturali, sociali, economici e psicologici del fenomeno. Le proposte progettuali dovranno riguardare la predisposizione di un elaborato scritto (racconti, poesie, saggi), materiale audio-visivo (videoclip, spot, cortometraggi); creazione artistica (disegni, dipinti, fotografie, fumetti); prodotto musicale di qualsiasi genere (ad esempio, rap, rock, pop, classica), realizzati da singoli studenti o da gruppi nell’ambito dell’istituzione scolastica di appartenenza.

Gli studenti potranno lavorare a quattro categorie di progetti:

1. Elaborati scritti (racconti, poesie, saggi)

2. Materiale audiovisivo (videoclip, spot, cortometraggi)

3. Creazioni artistiche (disegni, dipinti, fotografie, fumetti)

4. Prodotti musicali di qualsiasi genere musicale (ad esempio, rap, rock, pop, classica).

Soggetti proponenti Possono presentare le proposte progettuali le scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie e le strutture del sistema educativo regionale dell’istruzione e formazione professionale di cui alla legge regionale 20 aprile 2015, n. 5 (Disposizioni sul sistema educativo regionale di istruzione e formazione professionale) e successive modifiche, presenti sul territorio della Regione Lazio.

Destinatari degli interventi I destinatari del bando sono gli studenti frequentanti le istituzioni scolastiche e formative del Lazio di cui sopra, nel corso dell’anno scolastico 2022-2023.

Scadenza Le candidature di cui al presente Avviso potranno essere presentate dalle ore 9:00 di giovedì 24/11/2022 alle ore 17:00 di martedì 28/02/2023.

Risorse finanziarie La Regione Lazio, destinerà al premio “Willy Monteiro Duarte” Edizione 2022-2023 a.s 2022-2023 la somma complessiva di euro 50.000,00 a valere sulle risorse Regionali da ripartire tra le categorie elencate, ciascuna del valore di 5.000 euro:

– Categoria Elaborati scritti;

– Categoria Materiale audiovisivo;

– Categoria Creazioni artistiche;

– Categoria Prodotti musicali.

A ciascuna Scuola/Istituto il cui progetto ha ottenuto il maggior punteggio per la categoria di riferimento, verrà assegnato un premio che potrà essere utilizzato per le finalità proprie della scuola, quale, a titolo esemplificativo, per l’acquisto di materiale a supporto della didattica, pari a 5.000,00 euro.

Modalità di presentazione delle proposte progettuali Ciascun proponente (in forma singola) può presentare due proposte progettuali nell’ambito del presente Avviso afferenti a due diverse categorie come previsto all’articolo. La presentazione di proposte progettuali in numero superiore a due comporta l’esclusione di tutte le proposte progettuali del proponente. Le proposte progettuali devono essere presentate esclusivamente attraverso la procedura telematica accessibile dal sito https://sicer.regione.lazio.it/sigem-gestione attraverso il sistema pubblico SPID, al fine di aumentare il livello di sicurezza del sistema e in linea con le disposizioni e le modalità di accesso ad altri servizi della Pubblica Amministrazione, qui di seguito il link per la consultazione del manuale di accesso: https://www.regione.lazio.it/sites/default/files/2022-06/SIGEM_Autenticazione_SPID_ManualeUtente.pdf

Assistenza Tecnica durante l’elaborazione delle Proposte Per ricevere assistenza e supporto in fase di presentazione delle proposte è possibile rivolgersi esclusivamente al seguente indirizzo di posta elettronica a partire dalla pubblicazione dell’Avviso: candidaturewilly@regione.lazio.it.

Documentazione delle procedure L’Avviso sarà pubblicizzato sul sito internet della Regione Lazio: https://www.regione.lazio.it/documenti, sul portale http://www.lazioeuropa.it/ nella sezione Bandi e sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio.

Oggetto: Avviso per l’individuazione di soggetti interessati ad erogare interventi di formazione di base e trasversale di cui al Regolamento regionale 29 marzo 2017 n.7 nell’ambito di contratti di apprendistato professionalizzante ex art. 44 D.lgs n. 81/2015. Esiti del monitoraggio dell’offerta formativa e disposizioni per l’attuazione degli interventi.

https://www.regione.lazio.it/sites/default/files/documentazione/Comunicato-1162428-18-11-2022.pdf

Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 9 novembre 2022, n. 1044.  Regolamento Regionale 11 agosto 2022, n. 11, Indirizzi per la concessione dei contributi ai Comuni a sostegno di programmi di interventi per la salvaguardia e la valorizzazione delle botteghe e attività storiche, e dei mercati e delle fiere iscritte nell’elenco regionale nonché delle attività di commercio su aree pubbliche con carattere di storicità censite sulla base di appositi elenchi comunali.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/botteghe-storiche-contributi-ai-comuni.pdf

Vedere file allegato

E’ stato deliberato:

–          di destinare le risorse stanziate dall’articolo 12 della legge regionale n.1/2022 per gli esercizi 2022 e 2023, pari ad un importo complessivo di 2.400.000, per la concessione mediante avviso pubblico di un contributo ai Comuni che intendono adottare programmi per la salvaguardia e la valorizzazione delle botteghe e attività storiche, e dei mercati e delle fiere di cui all’articolo 51 della legge regionale 6 novembre 2019, n. 22, iscritti nell’elenco regionale di cui all’articolo 4 del Regolamento Regionale n. 11 del 2022, nonché delle attività di commercio su aree pubbliche con carattere di storicità censite sulla base di appositi elenchi comunali;

–          di stabilire che il contributo regionale può essere erogato fino al 100% del totale delle spese ammissibili del programma comunale dichiarato ammissibile e finanziabile;

–          di stabilire che la dotazione complessiva dell’avviso pubblico definito “Sostegno ai Comuni per la salvaguardia e la valorizzazione delle botteghe ed attività storiche e dei mercati e delle fiere di valenza storica, nonché delle attività di commercio su aree pubbliche con carattere di storicità”, destinato ai Comuni che presenteranno un programma di interventi per la salvaguardia e la valorizzazione delle botteghe ed attività storiche e dei mercati e delle fiere di cui all’articolo 51 della legge regionale 6 novembre 2019, n. 22, iscritti nell’elenco regionale di cui all’articolo 4 del Regolamento Regionale n. 11 del 2022, nonché delle attività di commercio su aree pubbliche con carattere di storicità censite sulla base di appositi elenchi comunali, è pari a complessivi € 2.400.000,00

–          di approvare gli “Indirizzi per l’Avviso pubblico “Sostegno ai Comuni per la salvaguardia e la valorizzazione delle botteghe ed attività storiche e dei mercati e delle fiere di valenza storica, nonché delle attività di commercio su aree pubbliche con carattere di storicità”, di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto; – di prevedere, ai sensi dell’articolo 12 della l.r. n. 1/2022, che il criterio di riparto delle risorse destinate è definito, per il 90%, sulla base del numero di botteghe ed attività storiche iscritte nell’elenco regionale di cui all’articolo 4 del Regolamento Regionale n. 11 del 2022, nonché sulla base del numero di attività di commercio su aree pubbliche con carattere di storicità censite in apposito elenco dal Comune, e per il restante 10% sulla base della popolazione residente nel medesimo Comune;

–          di affidare la gestione del servizio di tesoreria delle risorse e di erogazione dei relativi contributi senza ulteriori oneri, alla società in house LAZIOcrea S.p.A. in forza di specifica convenzione da approvarsi con successivo atto della Direzione regionale per lo Sviluppo economico, le Attività produttive e la Ricerca.

Con successivo provvedimento la Direzione regionale per lo Sviluppo economico, le Attività produttive e la Ricerca, provvederà ad approvare l’Avviso pubblico “Sostegno ai Comuni per la salvaguardia e la valorizzazione delle botteghe ed attività storiche e dei mercati e delle fiere di valenza storica, nonché delle attività di commercio su aree pubbliche con carattere di storicità” in conformità agli indirizzi di cui all’Allegato 1.

Determinazione 16 novembre 2022, n. G15819 L.r. 15/2001 – DGR 887 del 25 ottobre 2022. Contributi per la realizzazione di sistemi di videosorveglianza, acquisizione e gestione delle informazioni, riqualificazione delle aree degradate. Scorrimento della graduatoria approvata con determinazione dirigenziale G02320 del 4 marzo 2021. Perfezionamento di prenotazione di impegno n. 61538/2022 per l’importo di 1.300.000,00 a favore degli enti locali sul capitolo U0000R46501, esercizio finanziario 2022.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/CONTRIBUTI-SISTEMI-VIDEOSORVEGLIANZA-SCORRIMENTO-GRADUATORIA.pdf

Vedere file allegato

Si è stabilito

–          di scorrere la graduatoria B) dei progetti valutati idonei, approvata con determinazione G02320 del 4 marzo 2021, con conseguente finanziamento degli stessi, nei limiti delle risorse stanziate sul capitolo U0000R46501, esercizio finanziario 2022, pari ad euro 1.300.000,00;

–         conseguentemente, di ammettere a finanziamento altri n. 64 progetti di cui al citato Allegato B) alla determinazione G02320/2021, dal Comune di Fara in Sabina (con il completamento del finanziamento parziale) al Comune di Micigliano (con il finanziamento parziale di euro 9.476,62 a fronte di euro 19.805,00 richieste)

Determinazione 18 novembre 2022, n. G15977 Maltempo 30 ottobre – 30 novembre 2019 – OCDPC n. 700/2020, OCDPC n. 915 del 17 agosto 2022. OCDPC 932 del 13.10.2022, avente ad oggetto “Disposizioni operative per l’attivazione dell’istruttoria finalizzata alla concessione di contributi a favore dei soggetti privati e dei titolari delle attività economiche e produttive ai sensi dell’articolo 1, comma 448 della legge 30 dicembre 2021, n. 234 in relazione agli eventi calamitosi verificatisi negli anni 2019 e 2020″, Allegato B “Criteri direttivi per la determinazione dei contributi ai soggetti privati per i danni occorsi al patrimonio edilizio abitativo ed ai beni mobili” – Individuazione amministrazioni comunali interessate e definizione procedure. Integrazione Determinazione 2 novembre 2022, n. G14941.

C LICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/INTEGRAZIONE-ELENCO-COMUNI-COLPITI-EVENTI-OTTOBRE-E-NOVEMBRE-2019.pdf

Vedere file allegato

E’ STATO DELIBERATO di INTEGRARE l’elenco delle Amministrazioni comunali che hanno segnalato istanze da parte dei privati relativamente ai finanziamenti di cui alla lettera E a seguito della ricognizione avviata dal Commissario Delegato con nota prot. n. 140 del 28.01.2021 ed i cui esiti sono stati trasmessi al Dipartimento della Protezione Civile con nota prot. n. 394 del 16.04.2021, riportato nella Determinazione 2 novembre 2022, n. G14941, con i Comuni di Arpino (Fr), Atina (Fr) e Casalattico (Fr)

NONCHE’ DI DARE ATTO, pertanto, che l’elenco completo dei comuni riportato nel punto 3. del dispositivo della Determinazione del 2 novembre 2022, n. G14941 è costituito dalle seguenti amministrazioni: “Arpino, Atina, Casalattico, Casalvieri, Coreno Ausonio, Gallinaro, Isola Del Liri, San Donato Val Di Comino, Sant’Elia Fiumerapido, Settefrati, Vallerotonda, Vicalvi, Villa Santa Lucia, Cisterna di Latina, Fondi, Formia, Gaeta, Latina, Lenola, Monte San Biagio, Spigno Saturnia, Terracina, Contigliano, Magliano Sabina, Pomezia, Sant’Oreste, Graffignano, Villa San Giovanni in Tuscia”.

Avviso pubblico per il sostegno ai Festival di rappresentazione degli spettacoli di danza e musica popolare e folkloristica iscritti all’Albo Regionale dei Festival del Folklore di cui alla Determinazione Dirigenziale n. G10589/2021, in attuazione degli artt. 9 comma 5 e 3 comma 2 lettera h) della L.R. 15/2014 e della D.G.R. 25/2021. Pubblicato sul B.U.R. il 22-11-2022

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/BANDO-CONTRIBUTI-FESTIVAL-FOLKLORE.pdf

La determina, l’avviso e il fac simile domanda si possono visualizzare nel file allegato

SCADENZA: 22 DICEMBRE 2022

La Regione Lazio, in attuazione dell’articolo 9 della L.R. 15/2014 s.m.i. riconosce, nell’ambito delle attività di spettacolo dal vivo, la danza e la musica popolare e folkloristica quali espressioni dell’identità culturale dei popoli nonché strumento per la conoscenza della cultura e della tradizione popolare e per lo sviluppo sociale, economico ed in particolare turistico dei territori.

Obiettivi e finalità I progetti per la realizzazione dei Festival di rappresentazione degli spettacoli di danza e musica popolare e folkloristica di cui all’art. 1, in coerenza con le definizioni di cui al precedente art. 2, devono essere volti al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

a) valorizzare il patrimonio culturale e paesaggistico, archeologico, storico e museale dei comuni del Lazio anche con riferimento alle zone interne e montane;

b) promuovere e valorizzare lo sviluppo della cultura e della tradizione popolare regionale, anche nei confronti dei cittadini laziali residenti all’estero;

c) favorire lo sviluppo sociale, economico e turistico dei territori;

d) favorire l’integrazione sociale di persone svantaggiate.

Soggetti beneficiari dei contributi Possono presentare domanda di contributo per la realizzazione dei Festival di rappresentazione degli spettacoli di danza e musica popolare e folkloristica iscritti all’Albo Regionale dei Festival del Folklore di cui alla Determinazione Dirigenziale n. G10589/2021, i soggetti di cui alle seguenti lettere a), b) e c).

Interventi ammissibili I soggetti di cui all’art. 4 devono presentare un unico progetto per la realizzazione esclusivamente di uno dei Festival di rappresentazione degli spettacoli di danza e musica popolare e folkloristica iscritti all’Albo Regionale dei Festival del Folklore di cui alla Determinazione Dirigenziale n. G10589/2021 (corrispondente a quello per il quale hanno presentato la domanda di iscrizione all’Albo, oppure, nel caso di enti delegati di cui alla lettera c) del precedente articolo 4, a quello la cui domanda di iscrizione è stata presentata dall’ente delegante). Il progetto deve essere sviluppato in coerenza con le caratteristiche indicate nel precedente art. 2 e svolgersi nel periodo compreso tra il giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio ed il 15 settembre 2023.

Copertura economica: Ai sensi di quanto disposto dalla D.G.R. n. 277/2022, le risorse a disposizione per gli interventi previsti dal presente avviso sono complessivamente pari ad € 100.000,00 così articolate:

€ 20.000,00 esercizio finanziario 2022,

€ 80.000,00 esercizio finanziario 2023.

Procedura di presentazione delle proposte progettuali La domanda di contributo, sottoscritta dal legale rappresentante dell’organismo richiedente e completa della documentazione allegata di cui all’articolo 8 deve essere inviata obbligatoriamente ed esclusivamente mediante posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo: spettacolodalvivo@regione.lazio.legalmail.it indicando in oggetto “Avviso pubblico per il sostegno ai Festival di rappresentazione degli spettacoli di danza e musica popolare e folkloristica iscritti all’Albo Regionale dei Festival del Folklore di cui alla Determinazione Dirigenziale n. G10589/2021, in attuazione degli artt. 9 comma 5 e 3 comma 2 lettera h) della L.R. 15/2014 e della D.G.R. 25/2021”entro e non oltre le ore 23:59 del termine perentorio di 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio. È ammessa la presentazione di una sola domanda per ciascun soggetto. Nel caso di presentazione di più domande verrà presa in considerazione esclusivamente l’ultima domanda presentata.

Determinazione 7 novembre 2022, n. G15229 Approvazione primo elenco ammessi al catalogo GOL a valere sull’Avviso Pubblico N. 2 per l’attuazione del Programma Garanzia Occupabilità dei Lavoratori (GOL). Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). (Rif DD n. G11353/2022 – CODICE SIGEM 22076N).

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/CATALOGO-GOL-ELENCO-AMMESSI.pdf

Vedere file allegato

Pubblicazione graduatoria primo elenco ammessi al Catalogo GOL a valere sull’Avviso Pubblico N. 2 per l’attuazione del Programma Garanzia Occupabilità dei Lavoratori (GOL). Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)- (Rif. DD. n G11353 del 26 ago 2022), come da allegato: A (ammessi catalogo linea 4-5).

Determinazione 8 novembre 2022, n. G15329 Approvazione elenchi delle domande ammesse e non ammesse al finanziamento, presentate a valere sull’Avviso Pubblico “per la realizzazione di Soggiorni Formativi per gli studenti delle Scuole secondarie superiori di primo e secondo grado, IeFp, Its, Università, Scuole tematiche di alta formazione, del Lazio”. (Rif. DE n. G01421 del 14/02/2022) codice SIGEM 22002D.

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/graduatoria-soggiorni-formativi.pdf

Vedere file allegato

—–

Determinazione n. G16153 del 22/11/2022 – Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014/2020 del Lazio. Reg. (UE) n. 1305/2013. Misura 7 – Sottomisura 7.2 – Tipologia di Operazione 7.2.1 “Realizzazione, miglioramento e ampliamento di infrastrutture su piccola scala”. Determinazione n. G17653 del 28/12/2018. Approvazione dell’Elenco Regionale delle domande ammissibili ed autorizzazione al finanziamento (elenco n. 12).

https://www.regione.lazio.it/documenti/79140

Pubblicazione elenco n. 12 domande ammissibili.

Vedere file allegato

CLICCA QUI Determinazione n. G16153 del 22/11/2022 – Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014/2020 del Lazio. Reg. (UE) n. 1305/2013. Misura 7 – Sottomisura 7.2 – Tipologia di Operazione 7.2.1 “Realizzazione, miglioramento e ampliamento di infrastrutture su piccola scala”. Determinazione n. G17653 del 28/12/2018. Approvazione dell’Elenco Regionale delle domande ammissibili ed autorizzazione al finanziamento (elenco n. 12). https://www.regione.lazio.it/documenti/79140 Pubblicazione elenco n. 12 domande ammissibili. Vedere file allegato


OPPORTUNITA’ DI LAVORO

Aziende Sanitarie Locali ed altre istituzioni sanitarie AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO FORLANINI AVVISO PUBBLICO EX ART. 1 COMMA 268 lett. b) DELLA LEGGE n. 234/2021 PER LA STABILIZZAZIONE DEL PERSONALE DI COMPARTO PRECARIO IN POSSESSO DEI REQUISITI IVI PREVISTI PER LA COPERTURA DI N. 31 POSTI COMPLESSIVI

CLICCA QUI https://pasqualeciacciarelli.it/wp-content/uploads/2022/11/STABILIZZAZIONE-SAN-CAMILLO-FORLANINI.pdf

Vedere file allegato

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Per l’invio della domanda, da presentare entro 30 giorni dal giorno successivo alla pubblicazione, per estratto, dell’Avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, è prevista la seguente modalità: la domanda di partecipazione alla presente procedura dovrà essere presentata esclusivamente in forma telematica connettendosi al sito https://aosancamilloroma.concorsismart.it/ Il candidato dovrà prioritariamente accedere alla piattaforma e procedere alla registrazione; una volta ottenute le credenziali di accesso (user id e password) potrà accedere alla sezione “Concorsi” e presentare domanda per la procedura di interesse, compilando lo specifico modulo online e seguendo le istruzioni per la compilazione ivi contenute.

Per informazioni non reperibili autonomamente o tramite Chatbot, è possibile parlare direttamente con gli operatori digitando la parola “Operatore”.

Gli addetti all’assistenza sono disponibili dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle ore 14:00 alle 18:00 (esclusi i festivi).

SCADENZA: 22 DICEMBRE 2022, ORE 12.00 Il termine fissato per la presentazione della documentazione è perentorio e, pertanto, non è ammessa la presentazione di documenti oltre la scadenza del termine utile per l’invio delle domande o con modalità diverse a quella sopra specificata e deve avvenire entro e non oltre le ore 12.00 del 30° giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente bando, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, a pena di esclusione. Qualora detto giorno sia festivo, il termine s’intende prorogato al primo giorno successivo non festivo.

Aeronautica Militare: concorso per 68 sottotenenti

Il Ministero della Difesa ha pubblicato un concorso finalizzato alla selezione di sottotenenti nel ruolo speciale delle Armi e dei Corpi dell’Aeronautica militare.

Previsto l’arruolamento di 68 risorse in servizio permanente.

Per candidarsi c’è tempo fino al 19 dicembre 2022.

DOMANDA DI AMMISSIONE La domanda per partecipare al concorso per sottotenenti all’Aeronautica militare dovrà essere presentata entro il 19 dicembre 2022 esclusivamente con procedura telematica da questo portale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *